Rennes-le-Château: una bibliografia

a cura di Alessandro "Alfred" Lorenzoni e Mariano Tomatis

  • In Articoli
  • 20-04-2005
  • di Alessandro "Alfred" Lorenzoni

Libri in italiano

Michael Baigent, Richard Leigh, Henry Lincoln, Il Santo Graal: una catena di misteri lunga duemila anni. Mondadori, 1984. (Libro soggetto a varie edizioni. Titolo originale: Holy Blood Holy Grail. In Francia è stato pubblicato col titolo di L'énigme sacrée)

Il libro che ha portato Rennes-le-Château alla ribalta sulla scena mondiale; vero e proprio best seller, è stato tradotto in diverse lingue e oggetto di numerosissime edizioni. Messaggio fondamentale del libro: la Chiesa Cattolica avrebbe pagato lautamente il silenzio di Bérenger Saunière, lo scopritore del segreto più esplosivo della storia - ovvero del fatto che Gesù Cristo non sarebbe morto sulla croce ma si sarebbe unito in matrimonio con Maria Maddalena, scappando nel sud della Francia e morendo sui Pirenei. Rappresenta una libera interpretazione di questo mistero, della letteratura del Santo Graal e della storia biblica. Lincoln ha recentemente affermato che la tesi del libro è del tutto infondata.

Michael Baigent, Richard Leigh, Henry Lincoln, L'eredità messianica. Marco Tropea Editore, 1996. (Titolo originale: The Messianic Legacy. In Francia è stato pubblicato col titolo di Le message)

Una ripresa delle teorie proposte ne Il Santo Graal. Una sezione è dedicata alla storia del Priorato di Sion, la società segreta che nasconderebbe da secoli il segreto della dinastia di Cristo e che oggi avrebbe contatti con altri gruppi occulti come la P2 italiana, mantenendo nell'ombra il controllo dei governi di tutta Europa.

Henry Lincoln, Il codice segreto della croce. Sperling & Kupfer, 2000. (Titolo originale: Key to the Sacred Pattern. In Francia è stato pubblicato col titolo di La clé du mystère de Rennes le Château)

Il libro che segna la svolta negli studi su Rennes-le-Château del trio inglese: l'autore, prendendo nettamente le distanze dalle teorie proposte ne Il Santo Graal e L'eredità messianica, devia sulle geometrie occulte che vedrebbero il paese di Rennes-le-Château sul vertice di una serie di stelle a cinque e sei punte, riconoscendovi un importante ruolo spirituale. L'approccio geometrico è analizzato e smontato con cura da Bill Putnam e John Edwin Wood (vedi sotto).

Mariano Bizzarri, Francesco Scurria, Sulle tracce del Graal. Il mistero di Rennes-le-Château. Edizioni Mediterranee, 1996.

Uno dei primi libri in italiano e il primo libro scritto da italiani a occuparsi di questo mistero. Libera trasposizione delle varie teorie sorte in questi ultimi anni, si sofferma in particolare sull'aspetto simbolico della chiesa del paese pirenaico e sulle anomalie della Vera Lingua Celtica di Henri Boudet. Riporta il primo studio demistificatorio sul Priorato di Sion di Pierre Plantard, giungendo però a conclusioni molto discutibili quando intende sostituire la mitologia plantardiana con un'altra, di ispirazione guenoniana, di segno opposto.

Giorgio Baietti, L'enigma di Rennes-le-Château. I Rosacroce e il tesoro perduto del Graal. Edizioni Mediterranee, 2001.

Per chi vuole conoscere il mistero così come è nato negli Anni Sessanta, rappresenta una summa delle varie teorie sorte fino ad oggi con alcuni elementi piuttosto inediti. La pecca del libro è la mancanza di fonti bibliografiche a sostegno delle informazioni citate, in molti casi non suffragate che da voci o documenti apocrifi.

Roberto Volterri, Alessandro Piana. L'universo magico di Rennes-le-Château. Anche in Italia tracce di un intrigante mistero. Sugarco, 2004.

Il libro si occupa principalmente dell'aspetto simbolico della chiesa e presenta alcuni spunti di indagine nuovi riguardanti i collegamenti fra Rennes-le-Château e il "bel paese".

image
Francesco Garufi, Rennes-le-Château: un'inchiesta. Edizioni Hera, 2004.

Indagine giornalistica molto critica, fa luce sui risvolti più oscuri della vita di Bérenger Saunière. Rappresenta, inoltre, il libro più aggiornato sulla recente attualità del paesino francese. Ispirata al lavoro di Jean Jacques Bedu, è impreziosita da una lunga serie di interviste che approfondiscono diversi aspetti della vicenda, fornendo utili direzioni per approfondire la ricerca. In allegato è presente un DVD.

Mario Arturo Iannaccone, Rennes-le-Château: una decifrazione. Sugarco, 2004.

L'autore, grande esperto di storia francese e di esoterismo, affronta il caso di Rennes-le-Château con un'indagine filologica e documentale molto approfondita, giungendo a proporre connessioni del tutto inedite e rivelatrici tra l'opera di Maurice Leblanc, autore della saga di Lupin, e il mito di Rennes così come nacque all'inizio del Novecento e si sviluppò dagli anni Sessanta in poi. Si tratta del libro di più ampio respiro che sia stato pubblicato in Italia sino ad oggi e presenta un impianto documentale fondamentale per la comprensione del ruolo culturale del mito di Rennes sulla cultura del XX secolo.

Libri in francese

Gérard De Sede, L'or de Rennes ou la vie insolite de Bérenger Saunière, curé de Rennes-le-Château. Julliard, 1967.

Il primo libro ad occuparsi interamente di Rennes-le-Château. In Francia ebbe un grande successo, cosa che portò alla nascita del mito di Rennes-le-Château e alla pubblicazione di un'enormità di libri sull'argomento, fra cui il best-seller "Il Santo Graal", che si sono rifatti e continuano a rifarsi alle sue teorie. Il libro nella sua prima edizione è ormai introvabile; comunque De Sede ha pubblicato diversi lavori sull'argomento, come Le Tresor Maudit. Julliard, 1967 e Rennes-le-Château, Le dossier, les impostures, les phantasmes, les hypothèses. Robert Laffont, 1988.

René Descadeillas, Mythologie du Trésor de Rennes. Editions Collot, 1991. (Riedizione dell'originale edito nel 1968)

Il primo libro demistificatore sulla vicenda di Rennes-le-Château, è stato scritto da uno dei custodi della Biblioteca di Carcassonne. Interamente basato su documenti originali, all'epoca ancora disponibili, è il primo a sostenere la tesi del traffico di messe alla base delle ricchezze del parroco Saunière e riporta molte testimonianze fondamentali da parte di chi viveva all'epoca di Saunière. Uno dei libri fondamentali in tutti i sensi.

image
Jacques Rivière, Le fabuleaux trésor de Rennes-le-Château, Belisane. 1983.

Un libro ricco di documenti e una delle indagini più approfondite mai pubblicate. Notevole è la documentazione riguardante il processo e la vita di Bérenger Saunière. Particolarmente approfondita è l'analisi della chiesa di Rennes, la cui simbologia è presentata con grande accuratezza e trasparenza. La riproduzione di moltissime delle fatture originali dell'epoca lo rendono una fonte documentale indispensabile.

Pierre Jarnac, Histoire du Trésor de Rennes-le-Château. Belisane, 1998. (Riedizione dell'opera originale del 1985, con l'aggiunta di una nota introduttiva).

Sul mito di Rennes-le-Château, Pierre Jarnac viene considerato dalla maggior parte dei ricercatori, e a ragione, una vera e propria "enciclopedia vivente". Egli ha pubblicato, dal 1985, una mole straordinaria di documenti catalogati e riprodotti nei suoi libri: dai dossier riguardanti il vescovo Billard ai quaderni di corrispondenza e ai documenti inediti del processo. In definitiva i suoi libri sono indispensabili per un approccio equilibrato e documentato a questa vicenda. L'autore ha pubblicato, tra l'altro, i seguenti libri: Les archives de Rennes-le-Château, 2 voll. Belisane,1988. e i Cahiers de correspondances (1915-1917). 1997.

image
Claire Corbu, Antoine Captier, L'héritage de l'abbé Saunière. Belisane, 1995. (Riedizione)

Claire Corbu è la figlia di Noel, l'erede dei possedimenti di Saunière; suo marito Antoine Captier è il nipote del campanaro che assistette ad uno dei ritrovamenti chiave durante i restauri del parroco. La coppia è inoltre la detentrice del fondo documentale del curato di Rennes-le-Château. La loro è dunque una posizione privilegiata per raccontare la storia di Bérenger Saunière: lo fanno con una grande cura documentale, in un libro che riproduce e commenta una serie di documenti (corrispondenza, atti processuali, ecc...) totalmente inediti e di notevole interesse.

Jean-Jacques Bedu, Rennes-le-Château, autopsie d'un mythe. Loubatières, 2002. (Riedizione)

Una delle indagini più serie e documentate mai pubblicate, presenta una miriade di documenti inediti (prevalentemente sulla contabilità di Saunière) e rappresenta, al giorno d'oggi, la ricerca critica francese meglio documentata mai pubblicata sull'argomento. In definitiva si tratta di un approccio demistificatore, che riprende l'opera di Descadeillas, integrandola, correggendone gli errori e apportando nuove prove.

Libri in inglese

image
Bill Putnam, John Edwin Wood, The Treasure of Rennes-le-Château A Mystery Solved. Sutton Publishing, 2003.

Poiché sul caso Rennes-le-Château la letteratura inglese ha sempre seguito le tracce più "mistificatorie", la lettura del libro di Putnam e Wood è una piacevolissima sorpresa. Il libro è il primo a sezionare la vicenda nelle sue parti fondamentali, presentando ad oggi lo studio più completo sull'argomento, che analizza la storia del paesino francese ma che non si ferma alla morte di Saunière, ma prosegue analizzando le evoluzioni del mito fino a tutto il Novecento. In appendice, un interessante studio critico sulle geometrie occulte identificate di recente a Rennes-le-Château da Henry Lincoln. É uscito anche in Italia per Newton&Compton, e si intitola Il tesoro scomparso di Rennes-le-Château.