Casa infestata a Lecce?

Poltergeist

Piccoli fuochi che divampano dal nulla, oggetti che iniziano a levitare, rumori sinistri e voci misteriose… una casa avvolta dalla fiamme. Il teatro di questi misteriosi eventi non è però per una volta la classica casa abbandonata, ma la dimora di un’anziana signora. La storia inizia a fine settembre quando, nella sua casa di via Puccini a Lecce, Mari Vitali, di 84 anni, dopo aver visto all’improvviso volare alcuni oggetti attorno a lei, ha gridato ai fantasmi[1].

Il parroco del paese è subito accorso in suo aiuto scatenando nuovamente le ire dell’entità che per ripicca ha mandando in frantumi uno specchio e bruciato un cuscino. Poi il silenzio per due settimane e infine il disastro: la casa brucia e così poco dopo quella di altre cinque persone. Ma non vittime scelte a caso, proprio quelle che avevano ospitato la donna da quando aveva perso la casa. Che la donna fosse perseguitata da uno spirito maligno? Nemmeno questa volta, però, il paranormale c’entra nulla.

Sembra che due nipoti volessero dare lo sfratto alla loro dolce nonnina. Uno dei due, messo alle strette, ha confessato, stando alla Gazzetta del Mezzogiorno[2].

L’episodio ricorda molto da vicino quello di un “poltergeist” a Genova dei primi anni Novanta; caso indagato da Silvan e da lui rivelato, per la prima volta, proprio al Convegno del CICAP. I retroscena erano molto simili…

Massimo Polidoro
Grazie a Viviana Ambrosi per la collaborazione.
Si ringrazia Fara Di Maio per la segnalazione.

Note