Torna la Giornata Anti-Superstizione: venerdì 17 marzo

Che cos'è la Giornata Anti-Superstizione? «Parte dall'idea che essere superstiziosi... porta male» spiega Massimo Polidoro, Segretario Nazionale del CICAP, già docente di Psicologia dell’insolito all’Università di Milano-Bicocca.

Sembra una battuta, ma per gli esperti del CICAP (Comitato italiano per il controllo delle affermazioni sulle pseudoscienze) è un dato di fatto. «Credere che un oggetto, una persona o una frase abbiano il potere di procurare disastri è una profezia che si auto avvera».
Ed è proprio per combattere la superstizione, che fin dal 2009 il CICAP propone, non a caso sempre in occasione di un venerdì 17, una “Giornata Anti-Superstizione”.
In alcune città, tra cui Roma, Trieste, Torino, Novi Ligue, Siracusa, Mestre, Cuneo, Aosta e Lugano, i gruppi locali del Comitato organizzeranno eventi di vario tipo: incontri, conferenze, dibattiti ma anche dimostrazioni all'aperto, happy hour, grigliate e cene.
«Caratteristica di molti appuntamenti» spiega Marta Annunziata, coordinatrice dei gruppi locali del CICAP, «è che, per accedervi, sarà necessario compiere un vero e proprio “Percorso a ostacoli per superstiziosi”. Si passerà, per esempio, sotto una scala aperta, si romperà uno specchio, si verserà a terra del sale, si farà in mille pezzi una lettera con la classica catena di sant’Antonio, si aprirà un ombrello al chiuso e così via. In alcuni casi i partecipanti dovranno eseguire un totale di 13 gesti e azioni ritenute fortemente pericolose dai superstiziosi. A chi supererà tutte le prove verrà anche consegnato un diploma di "antisuperstizioso».
«Si tratta di un modo allegro e simpatico per svelare la pochezza di certi rituali che, se presi troppo sul serio, finiscono per condizionare negativamente la vita delle persone» conclude Polidoro. «Il CICAP da quasi 30 anni è impegnato a combattere l’irrazionalità, la superstizione e il pregiudizio con le armi della scienza e della ragione. Lo facciamo attraverso libri, articoli, interventi radiotelevisivi, esperimenti, indagini, conferenze, convegni ma anche con esperienze insolite e divertenti come la Giornata anti-superstizione».
Un altro appuntamento da segnare sin da ora sul calendario è il XIV Convegno nazionale del CICAP (Teatro Bonci, Cesena - 29 settembre - 1 ottobre 2017) , che per tre giorni radunerà alcune delle più belle menti italiane per riflettere sui pericoli di false notizie, bufale e pseudoscienze. Sono in arrivo diverse anticipazioni nelle prossime settimane.
Ecco il calendario degli appuntamenti finora confermati per la Giornata Anti-Superstizione:

• FRIULI VENEZIA GIULIA
Alle ore 17.30 inizierà la conferenza "Passeggiata fotografica fra le superstizioni triestine", tenuta da Giuliano Bettella e ricca di spunti di intrattenimento, con proiezione di fotografie, indovinelli e aneddoti curiosi sulle superstizioni. L’evento è organizzato insieme all'Università della Terza Età, e si terrà nell'Aula magna della sede di Via Corti 1/1, a Trieste. L'evento è aperto al pubblico, con ingresso libero e gratuito.
• LAZIO
A Roma dalle ore 19.30 si svolgerà la conferenza "Superstizione: da folklore a mania", presso la libreria AsSaggi (Via degli Etruschi, 4). A dialogare con il pubblico saranno David Palazzoni, psicologo e psicoterapeuta, e i membri del CICAP Lazio. L’evento è gratuito ma è richiesta la prenotazione entro il 14 marzo, con una mail a cicap_lazio_org@googlegroups.com.
• PIEMONTE
• Torino Dalle ore 20 è prevista una cena a tema superstizione aperto a soci e simpatizzanti del CICAP. Sarà un'occasione per incontrare il Segretario del CICAP Massimo Polidoro e ricevere alcune anticipazioni sul congresso nazionale e le altre attività in partenza, sia a livello nazionale che per quanto riguarda il gruppo locale piemontese. Sarà inoltre possibile sfidare alcune superstizioni comuni e ottenere il diploma di non superstizioso. La cena si svolgerà presso il “Circolo Golf di Stupinigi”, il costo è di 25 euro, ed è obbligatoria la prenotazione entro il 13 marzo all'indirizzo di posta elettronica eventi.piemonte@cicap.org oppure al numero telefonico 347 4234922, recapiti ai quali si rimanda per richiedere ulteriori informazioni.
• Novi Ligure (AL) Tutti coloro che non sono superstiziosi sono invitati a una “Cena In Viola” presso il Ristorante Letterario Dorian Gray (Via Roma 51, Novi Ligure). Durante la serata Silvano Fuso e Claudio Casonato del CICAP parleranno di come nascono le superstizioni, e proporranno dei semplici giochi per ottenere il diploma di “antisuperstizioso”. Il costo della cena è di 25 euro ed è necessaria la prenotazione direttamente al ristorante al numero 339 349 2264. Indumenti o accessori viola sono molto graditi ma non obbligatori.
• Cuneo Alle ore 21 Fabrizio Bonetto presenterà una conferenza dal titolo "Essere superstiziosi porta male?" presso la Sala Biglia (Via S. Toselli 2/bis), a Cuneo. L’ingresso è libero e gratuito.

• SICILIA
Alle ore 17;17 si terrà una conferenza aperta al pubblico sul tema delle superstizioni (siciliane e non) presso la sede dell'associazione culturale "Il cerchio" di Siracusa (Via arsenale 40/A, Siracusa). Relatori saranno lo psicologo ed educatore Salvatore Mazzaglia, Gigi Cappello , e Corrado Di Pietro. Seguiranno dibattito e testimonianze del pubblico. Al mattino inoltre si terrà una conferenza riservata alle scuole presso il Dipartimento di Agraria dell'Università di Catania, nell'ambito della giornata UniStem day.
• TICINO
Il gruppo locale terrà un banchetto con orario 10-18 in Piazza Dante a Lugano. Chi vorrà potrà mostrare di non essere superstizioso con attività a tema (per esempio rovesciando del sale, passando sotto una scala etc) e ricevendo il relativo diploma di “antisuperstizioso”.
• VALLE D'AOSTA
Dalle ore 17 nella Biblioteca comunale di Saint-Vincent Andrea Berti terrà una breve conferenza dal titolo "Tutta colpa del gatto nero?", sulle superstizioni più comuni, seguita da una discussione di gruppo e dall’apertura al pubblico di un classico “percorso a ostacoli per superstiziosi”, con diploma in premio per chi lo completerà.
• VENETO
Diversi eventi si svolgeranno nella suggestiva cornice di Forte Marghera, a Mestre (VE). Il pomeriggio dalle ore 17 è previsto un gazebo esterno che coinvolgerà i passanti in un percorso a ostavoli per superstiziosi con rilascio del diploma di non superstizioso a chi vorrà partecipare. Per la sera è prevista cena al Bagolaro con conferenza "Fantasmi nella notte, rapaci notturni tra mito e realtà" su leggende e verità legate ai rapaci notturni. Relatori saranno i naturalisti Luca Mamprin, Marco Bernardi, Davide Scarpa, Manuela Travaglio. Seguirà una passeggiata serale nel Forte con guida al riconoscimento dei richiami dei rapaci. Il costo della cena è di 18 euro, l’accesso è libero fino ad esaurimento posti; maggiori informazioni sono disponibili sul sito del CICAP Veneto.