Caronia: i misteri di un paese in fiamme

img
Il 15 gennaio 2004, a casa del signor Antonio Pezzino, detto Nino, iniziano ad accadere strani episodi: dapprima piccoli guasti, poi impianti elettrici ed elettrodomestici che prendono fuoco in maniera apparentemente spontanea. Nel giro di qualche giorno, anche nelle altre case della frazione Canneto del comune di Caronia, in provincia di Messina, iniziano a svilupparsi fenomeni di autocombustione.

A inizio febbraio, dato che il fenomeno interessa ormai diverse abitazioni, tutte situate in via del Mare a Canneto, gli inspiegabili fuochi riempiono i notiziari e le prime pagine di tutti i giornali.

Nel frattempo, interviene la Protezione Civile e, per salvaguardare l’incolumità degli abitanti, il sindaco Pedro Spinnato dispone l’evacuazione dei 39 abitanti del caseggiato.

Nei dieci anni successivi, Canneto è stata visitata da una moltitudine di esperti, scienziati, militari, rappresentanti[...]





L'articolo completo, come alcuni di quelli pubblicati sugli ultimi 4 numeri di Query, è disponibile solo per gli abbonati. Se vuoi leggerlo per intero, puoi abbonarti a Query Se invece sei già abbonato, effettua il login.
Tutti gli altri articoli possono essere consultati qui . Grazie.