Detto da noi: il CICAP-Med

Intervista a Eleonora Galmozzi

image
Eleonora Galmozzi.
Esce oggi il terzo numero della rubrica "Detto da noi", dedicata a far conoscere le attività della nostra associazione e le persone che le portano avanti.

Nei due numeri precedenti abbiamo raccontato la storia del CICAP con il nostro direttore generale Massimo Polidoro e con il nostro presidente Sergio Della Sala (qui l'elenco completo delle interviste).

Oggi facciamo due chiacchiere con la responsabile del nostro gruppo tematico dedicato alla medicina e alla salute, Eleonora Galmozzi.

Eleonora Galmozzi, medico chirurgo, specialista in odontostomatologia e protesi dentaria.
Iscritta al CICAP dal 2005, si è sempre interessata di medicine alternative con spirito scettico.
È responsabile del gruppo CICAP-Med.


Come e quando è nata l'idea di dare vita al gruppo CICAP-Med? Ci puoi ricordare in due parole i suoi obiettivi?

L'idea del CICAP-Med è nata nel 2016 dalla volontà di costituire un gruppo di personalità in campo medico per dare supporto ad iniziative volte a contrastare le pseudoscienze nel campo della salute.

Quando sei diventata coordinatrice del gruppo CICAP-MED? Che cosa ti ha insegnato questa iniziativa?
image
Il logo del CICAP-Med


Alla fine del 2016, su richiesta di Massimo Polidoro e di Sergio Della Sala, ho accettato di coordinare il gruppo. Per prima cosa, con l'aiuto di alcuni soci particolarmente versati nell'arte grafica, abbiamo elaborato un logo che, sulla base di quello del CICAP, richiamasse il tema della salute. Poi ho contattato i medici iscritti al CICAP per avere la loro disponibilità, in seguito abbiamo aggiunto anche fisici, biologi, veterinari e farmacisti.

Quante persone fanno parte del gruppo e qual è il ritmo delle richieste che ricevete?

Al momento siamo circa quaranta, ognuno con la sua specialità. La frequenza delle domande, tutte relative a temi della salute, ha una media variabile: ci sono periodi in cui ne abbiamo tre-quattro al mese e periodi più “tranquilli”.

Quali sono le richieste più frequenti che ricevete?

In genere le richieste di chiarimenti riguardano terapie "alternative" di vario tipo, dagli integratori alle apparecchiature miracolose alle terapie contro il cancro o contro gravi patologie. Le risposte vengono date dallo specialista di riferimento. Ovviamente riceviamo anche critiche ed insulti (fa parte del gioco) cui non rispondiamo mai, ma per la maggior parte si tratta di richieste serie e, in taluni casi, veramente disperate.

E ce ne puoi raccontare invece qualcuna delle più insolite (nel rispetto della privacy)?

Una delle richieste più buffe che abbiamo ricevuto, e che ci ha messo in serio imbarazzo per quanto riguardava la risposta, era di un signore che non riusciva a spiegarsi il fatto che quando pensava a delle donne nude gli si scatenava nelle braccia una forza erculea ed incontenibile. Altre volte ci sono capitate persone che vedevano fantasmi, o credevano di essere possedute dagli alieni… Grande aiuto sono lo psichiatra e lo psicologo del CICAP-MED...

Quali sono state le soddisfazioni più grandi che avete ottenuto finora?

Spesso le persone ci ringraziano, a volte in maniera assai commovente; ricordo la mail di un signore alla cui moglie gravemente malata avevano tentato di vendere una costosa apparecchiatura per purificare l'acqua con mirabolanti promesse di guarigione, o quella di una signora che voleva salvare un'amica con un tumore da una pseudoterapia e grazie alla nostra risposta l'aveva convinta.

Che cos'ha di diverso il Gruppo CICAP-Med rispetto alle altre iniziative del CICAP?

Il CICAP-Med dà alla gente la possibilità di interagire con un gruppo formato da persone "reali" e che forniscono un aiuto tangibile ed immediato, perchè lo scetticismo non sia solo un'ideologia astratta, ma un vero e proprio stile di vita ed un modo proficuo per rapportarsi con gli altri.

Ci vuoi raccontare anche come funziona l'iniziativa "Dottore, ma è vero che?"

Il sito "Dottore, ma è vero che? " è stato creato, anche grazie al contributo del CICAP-MED, dall'Ordine dei medici nazionale per contrastare, anche a livello istituzionale, la deriva pseudoscientifica della medicina, che in taluni casi ha assunto dimensioni tali da destare preoccupazione anche a livello ordinistico. Le risposte che vengono date sul sito sono scientificamente validate, da notare che quella sull'omeopatia è stata scritta dal nostro Salvo di Grazia.

Che obiettivi avete per il futuro?

Per il futuro pensiamo di incrementare il numero di aderenti con sempre maggiori specialisti, per coprire tutte le possibili richieste per il maggior numero di argomenti possibile.

Ti potrebbero interessare anche