Il CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze) è un'organizzazione scientifica e pedagogica che promuove un'indagine scientifica e critica nei confronti delle pseudoscienze.


Pirobazia :: A 12 anni sui carboni ardenti

"La stampa" del 2 marzo 2003

Venerdì sera il cortile del Liceo Scientifico «Copernico» era pieno di gente: studenti, professori, genitori, amici e fidanzati hanno sfidato il freddo della sera nel nome della scienza. Dietro l´edificio principale, sul prato a ridosso dei campi di pallacanestro, una pira di legna illuminava i muri della scuola, scaldava gli animi e preannunciava che di lì a poco sarebbe successo qualcosa da ricordare. Per la «Settimana della Scienza», il liceo, con il Cicap, Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale - fondato nel 1989 per iniziativa di Piero Angela e numerosi scienziati e studiosi e, in Piemonte, presieduta da Tullio Regge - ha organizzato una dimostrazione di pirobazia, la pratica di camminare sui carboni ardenti. «Ogni anno i ragazzi si confrontano con gli esperti di uno specifico settore della scienza - spiega Ilda Giraudo, insegnante di fisica che, con Silvia Varanno e Riccardo Urigu, insegnanti, rispettivamente, di fisica e matematica, organizza la «Settimana Scientifica Copernicana» - L´anno scorso si era parlato di astrologia e metodo scientifico, quest´anno di pirobazia e dei cosiddetti fenomeni "paranormali"». Così, dopo una conferenza introduttiva a cura di Stefano Bagnasco, dell´Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, venerdì sera si è passati ai fatti. A passeggiare tranquillamente su quattro metri di braci a 850 gradi, insegnanti del liceo, ingegneri, docenti universitari, curiosi e giovanissimi studenti, come Enrico Agnello, dodici anni. Dopo la camminata, il viso illuminato dall´eccitazione, ha spiegato convinto: «Bisogna fare questi esperimenti per dimostrare che i fachiri e quelli che dicono di avere poteri paranormali truffano la gente». L´espressione serena di Enrico non lascia dubbi, la paura è l´ultima delle sue preoccupazioni, anche se, ammette, «all´inizio un po´ ne avevo. D´altra parte mica è naturale camminare sui carboni: è una cosa che va contro l´istinto di sopravvivenza. Poi sono andato e mi sono divertito da matti». Intanto, intorno al tappeto di brace il clima è quello di una festa: Claudio Pastore, ex studente del Copernico ora iscritto a Matematica, ha appena camminato e ora scherza con gli amici: «L´ho fatto - spiega - perché poco tempo fa discutevo con un´amica che aveva speso migliaia di euro per un corso di preparazione: ero convinto che non occorresse spendere tutti quei soldi per fare una cosa che non ha nulla a che fare con il paranormale, che non necessita di alcuna preparazione "spirituale"». Detto fatto. «Ora le ho dimostrato che non c´è bisogno di nessun esercizio motivazionale o meditativo: mi aspettavo che il calore fosse paragonabile a quello della sabbia riscaldata dal sole, invece non gli si avvicina neanche». La pirobazia non ha nulla di paranormale, né richiede particolari addestramenti, spiegano gli organizzatori: la scarsa conducibilità termica del carbone di legna evita bruciature, a patto di non soffermarsi troppo a lungo. L´unica difficoltà è superare la paura innata del fuoco.

Monica Perosino



Indagini locali
Scopri le indagini che abbiamo fatto in terra piemontese:


Indagini extra-regione
Scopri le indagini di più ampio respiro che abbiamo condotto in questi anni:


X-files
Scopri i casi in attesa di un investigatore del mistero:


Il Progetto Scuole
Le conferenze che proponiamo alle scuole:


Scienza & misteri


L'archivio stampa
Consulta l'archivio di articoli curata da Ivo Maistrelli:


Le nostre interviste
Leggi le interviste ad alcuni amici del CICAP Piemonte:


© 2004-2017 CICAP Piemonte · Webmaster: Sergio Chiappino - Trattamento dei dati personali