logo CICAP

logo prometeo

 
 
RICERCA

Tutti
Titolo
Autore
Editore

 

CATEGORIE
offerte speciali

 

cicap_logo

Etica criminale

Fatti della banda Vallanzasca
di Massimo Polidoro

copertina: clicca per ingrandire

ISBN: 9788838489471

Prezzo di listino: 17.90
Prezzo scontato: 12.53 €
SCONTO: 5.37 € ( 30% )

OTTIMO: voto medio=4 per 3 votanti

Disponibilità: Immediata


Piemme, 2007 -pp 461

Ordina

 

 


Una soffiata, non poteva che essere andata così. È per questo che gli sbirri hanno voluto rivoltare la sua cella come un guanto e hanno trovato la pistola e il telefonino. Era tutto pronto, il piano filava liscio come l’olio. L’aveva già fatto, era scappato da una nave come una sardina che sguscia dalla rete, e valla a ripigliare una sardina nel mare. E invece un infame ha parlato, e adesso gli tocca il carcere duro.
È capodanno. Fuori, un ragazzetto fa scoppiare gli ultimi botti. Dentro, Renato Vallanzasca attende gli agenti che hanno l’ordine di scortarlo all’Asinara. E firma la resa, anche con sé stesso. Fine della corsa, alt, si scende. Era iniziata trent’anni prima. Milano, il centro e la periferia, l’insofferenza per l’autorità e la scoperta precoce della vocazione. C’è chi nasce per fare lo sbirro, chi per diventare Madre Teresa di Calcutta. “Io sono nato ladro”. Famiglia normale. Debutto “criminale” a otto anni: assalto alle gabbie di un circo per liberare gli animali. Le sbarre gli hanno sempre fatto schifo. Studi di ragioneria e furti nelle ville sul lago, quelli gli vengono meglio. Poi la prima banda, le rapine, le banche, i soldi facili, le donne. Sparatorie, carcere e rocambolesche evasioni. La leggenda del “Bel René”, il fascino del rapinatore gentiluomo che resiste a omicidi e rapimenti, e anzi si ingigantisce.
Sempre in fuga. Sempre in gioco seguendo la sua etica del crimine, le regole, per cui due cose su tutte non si possono perdonare: trafficare con la droga e tradire. Ma adesso il gioco è finito. Il conto è quattro ergastoli, duecentosessanta anni di carcere. È il capolinea, è arrivato, e non si può fare finta di niente. Se mai uscirò – si dice – questa volta sarà da uomo libero. Perché magari è lui che si è rincoglionito, ma certo quelli del suo mondo non li capisce più, non li conosce più. Quelli, la malavita di oggi, sono del tutto inaffidabili. Quelli non rispettano le regole.

Esprimi il tuo voto

(è necessaria la registrazione al sito)
scarso discreto buono ottimo eccellente  

 

Esprimi il tuo voto ed il tuo commento

(è necessario aver acquistato questo prodotto attraverso il nostro sito)

scarso discreto buono ottimo eccellente  

 


I commenti dei lettori:

2008-09-12 20:30:10 ECCELLENTE: voto medio=5 per 1 votanti
L'ho letto tutto d'un fiato...e non è facile per un fumatore

per informazioni sul sito e sul CICAP: info@cicap.org - Policy Privacy

© 2017 CICAP - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto del CICAP.