Che cos'è il CICAP

img
Il CICAP festeggia i suoi primi 25 anni di attività
I festeggiamenti per i primi 25 anni di attività del CICAP. Da sinistra: Raul Cremona, Sergio Della Sala, Luigi Garlaschelli, Beatrice Mautino, Silvan, Marco Ciardi, Steno Ferluga, Marino Franzosi, Massimo Polidoro, Andrea Ferrero, Piero Angela, Lorenzo Montali, Paola De Gobbi, Marco Morocutti, Silvano Fuso, Stefano Bagnasco.
Il Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze (CICAP) è un'organizzazione di volontari, scientifica ed educativa, che promuove un'indagine scientifica e critica nei confronti delle pseudoscienze, del paranormale, dei misteri e dell'insolito.
Il CICAP nasce nel 1989 per iniziativa di Piero Angela e di un gruppo di scienziati, intellettuali e appassionati che sottoscrive la seguente dichiarazione comune:

«Giornali, settimanali, radio e televisioni dedicano ampio spazio a presunti fenomeni paranormali, a guaritori, ad astrologi, trattando tutto ciò in modo acritico, senza alcun criterio di controllo; anzi cercando, il più delle volte, l'avvenimento sensazionale, che permetta di alzare l'indice di vendita o di ascolto. Per questo portiamo avanti un'opera di informazione e di educazione rispetto a questi temi, per favorire la diffusione di una cultura e di una mentalità aperta e critica, e del metodo scientifico basato sull’evidenza nell'analisi e nella soluzione dei problemi».

Oggi, inoltre, sono sempre più diffuse e seducenti idee e affermazioni pseudoscientifiche a sostegno di terapie di non provata efficacia, teorie del complotto, leggende urbane e falsificazioni storiche. Anche rispetto a questi temi il CICAP continua a lavorare per sostenere l’applicazione del metodo scientifico, cioè la necessità di verificare i fatti, e per promuovere un’informazione corretta e documentata.
image
Nella foto: i festeggiamenti per i primi 25 anni di attività del CICAP. Da sinistra: Raul Cremona, Sergio Della Sala, Luigi Garlaschelli, Beatrice Mautino, Silvan, Marco Ciardi, Steno Ferluga, Marino Franzosi, Massimo Polidoro, Andrea Ferrero, Piero Angela, Lorenzo Montali, Paola De Gobbi, Marco Morocutti, Silvano Fuso, Stefano Bagnasco.