Il principio di non contraddizione e il metodo della distinzione categorica

  • In Articoli
  • 04-04-2016
  • di Manuele De Conti
©ilrasoiodioccam-micromega. blogautore.espresso.repubblica.it Prima d’abbandonare il sistema sillogistico aristotelico per rivolgerci ad altri tipi di logica, e prima di affrontare nuove strategie critico razionali, è di principale importanza, logica e didattica, trattare il principio di non-contraddizione. Tale principio si collega appropriatamente al sistema sillogistico perché nella sua forma originaria è pensato secondo la struttura degli enunciati categorici con cui si formano i sillogismi, ossia gli enunciati composti da soggetto e predicato come, ad esempio, «Tutti gli uomini sono razionali»; ma anche perché elaborato da Aristotele stesso, già sistematizzatore del sistema sillogistico. Ciononostante, il principio di non contraddizione è definito anche all’interno di sistemi logici diversi da quello sillogistico, permettendo l’elaborazione di strategie di valutazione degli[...]
L'articolo completo, come alcuni di quelli pubblicati sugli ultimi 4 numeri di Query, è disponibile solo per gli abbonati. Se vuoi leggerlo per intero, puoi abbonarti a Query Se invece sei già abbonato, effettua il login.
Tutti gli altri articoli possono essere consultati qui . Grazie.