Logo Cicap
 
RUBRICHE - SCIENZA DIVERTENTE

L'olio e il malocchio

Invia
Invia
facebook
16-01-2001


Il termine malocchio significa letteralmente "occhio che getta il male" con riferimento al potere attribuito a certi individui, di provocare malefici con il semplice sguardo. La credenza nel malocchio è una delle tante superstizioni che sopravvivono ancora oggi in certe aree culturali e che rivestono interesse esclusivamente dal punto di vista antropologico. Nelle zone dove tale credenza è ancora diffusa esistono individui (perlopiù donne anziane) che sostengono di poter diagnosticare l'eventuale presenza del malocchio in un individuo attraverso una curiosa procedura, che presenta un certo interesse dal punto di vista fisico. Una goccia d'olio viene lasciata cadere in un piatto contenente acqua. A seconda che la goccia d'olio resti a galla nel piatto o apparentemente scompaia se ne traggono conclusioni circa l'eventuale presenza del malocchio (sull'interpretazione del risultato non c'è tuttavia unanimità).

Per cercare di comprendere meglio ciò che succede si può fare un esperimento. Si prendano due piatti fondi uguali, si lavino accuratamente con detersivo e si risciacquino con acqua calda. Su uno dei due piatti si passi quindi un batuffolo di cotone leggermente imbevuto d'olio. Si introduca una uguale quantità d'acqua nei due piatti. Si lasci quindi cadere una goccia d'olio da uguale altezza nell'acqua dei due piatti. In quello che è stato preventivamente unto con il batuffolo di cotone, la goccia d'olio rimarrà localizzata in una zona molto ristretta. Viceversa in quello accuratamente sgrassato la goccia sembrerà sparire. In realtà la goccia d'olio non sparisce, ma si spande sulla superficie dell'acqua in un sottilissimo strato che possiamo considerare con buona approssimazione monomolecolare (guardando contro luce la superficie è possibile vedere la chiazza d'olio). La differenza di comportamento nei due piatti è interpretabile in termini di tensione superficiale, modificata dalla presenza di tracce d'olio nel piatto trattato con il batuffolo di cotone.

Coloro che basano la "diagnosi" del malocchio sulla caduta di una goccia d'olio in un piatto si affidano quindi, se in buona fede, al caso. L'esito, infatti, dipende dal modo più o meno accurato con cui il piatto è stato lavato.


 

 

per informazioni sul sito e sul CICAP: info@cicap.org

© 2014 CICAP - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto del CICAP.