Logo Cicap
 
ARTICOLI

Premio Randi

REGOLAMENTO
Invia
Invia
facebook
14-02-2007

Questo documento delinea le regole generali dell'offerta di James Randi nei confronti di affermazioni relative a poteri paranormali, occulti o soprannaturali.
Poiché le affermazioni relative a tali poteri variano da caso a caso, criteri specifici di sperimentazione dovranno essere formulati per ogni Soggetto Richiedente. Tuttavia, ogni Richiedente deve accettare le regole di seguito indicate prima di poter dare il via a qualunque tipo di accordo formale. L'accettazione delle regole che seguono verrà espressa firmando questo documento e restituendolo all'indirizzo del C.I.C.A.P. sotto indicato. L'eventuale procedura sperimentale verrà decisa in accordo da entrambe le parti prima dell'inizio di qualunque sperimentazione.

Il C.I.C.A.P. non intende fungere da giudice delle prove, né stabilire un protocollo sperimentale indipendentemente dall'accordo con il Soggetto Richiedente.

A causa dell'alto numero di corrispondenza intrattenuta a proposito del premio, il Soggetto Richiedente dovrà allegare un francobollo alle proprie lettere per la risposta.
Sempre per questo motivo, verrà data la precedenza a quelle domande che saranno accompagnate da una videocassetta (VHS) che documenti la dimostrazione da parte del Soggetto Richiedente della facoltà che dovrà essere oggetto di esame.

Questa offerta, dall'1 maggio 1996, viene gestita dalla James Randi Educational Foundation (JREF) di Fort Lauderdale, in Florida (Stati Uniti d’America).
Al C.I.C.A.P. (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale), la JREF ha delegato il compito di agire da primo esaminatore per i Soggetti Richiedenti italiani ed europei.

I Soggetti Richiedenti che supereranno le prove concordate con il C.I.C.A.P. potranno concorrere per il premio messo in palio dalla JREF. Un eventuale risultato positivo ottenuto con il C.I.C.A.P. non dà automaticamente diritto al premio, ma permette di accelerare le pratiche di organizzazione del test definitivo con la JREF.

Indice


PRELIMINARE DI ACCORDO


James Randi, presidente della James Randi Educational Foundation, consegnerà la somma di US$ 1,000,000 (Un Milione di Dollari USA) a chiunque sia in grado di dimostrare una qualunque facoltà paranormale o soprannaturale in condizioni di adeguato controllo. Tale dimostrazione dovrà avere luogo secondo le successive regole e limitazioni.

1. Il Soggetto Richiedente deve indicare, chiaramente e in anticipo (su un foglio separato da questo modulo e firmato dal Soggetto Richiedente):
- quale tipo di poteri o abilità verranno dimostrate;
- le eventuali limitazioni di tempo, luogo od altre variabili che possono condizionare la perfetta riuscita dell'esperimento;
- la percentuale di successo prevista sulla base di prove precedentemente condotte in proprio;
- che cosa è da ritenersi un successo della dimostrazione e che cosa un fallimento.
La mancata risposta, o una risposta inadeguata, ai suddetti quattro punti comporta l'immediata eliminazione della domanda di partecipazione.

2. Solamente una reale dimostrazione, rispondente alle caratteristiche richieste in questo documento, e nei limiti su cui ci si sarà trovati d'accordo, potrà essere accettata.

3. Il Soggetto Richiedente accetta che tutti i dati (fotografie, riprese filmate, registrazioni, documenti scritti...) emersi durante i test potranno essere utilizzati liberamente dal C.I.C.A.P. e da James Randi in qualunque forma essi desiderino.

4. Le prove verranno realizzate in modo che non sarà necessario ricorrere ad una terza parte per avere un giudizio sul suo successo o meno. I risultati saranno chiari ed evidenti per chiunque, in accordo con le regole su cui tutte le parti si saranno trovati d'accordo prima dell'inizio delle sperimentazioni. Nessuna parte delle procedure sperimentali potrà essere modificata nel corso dei lavori senza un accordo esplicito di tutte le parti coinvolte.

5. Al Soggetto Richiedente potrà essere chiesto di dare una dimostrazione informale di fronte ad un rappresentante indicato dal C.I.C.A.P. allo scopo di verificare la reale capacità del Soggetto Richiedente di dimostrare quanto dichiarato; ciò può rendersi necessario nel caso in cui tempo e distanza rendano difficili i contatti.
Anche per questo motivo è importante fornire al C.I.C.A.P. una videocassetta che documenti le capacità del Soggetto Richiedente che dovranno essere sottoposte a esame.

6. Ogni tipo di spesa (trasporto, alloggio, pasti, etc.) ed eventuali altri costi incorsi dal Soggetto Richiedente sono a suo totale carico. Inoltre, se un test sarà oggettivamente complesso o costoso da progettare, saranno i Soggetti Richiedenti a doversi fare carico degli oneri corrispondenti e della preparazione.

7. Accettando di sottoporsi alle prove concordate con il C.I.C.A.P., il Soggetto Richiedente abbandona ogni diritto di intraprendere eventuali azioni legali nei confronti del C.I.C.A.P. o dei suoi membri o di Mr. Randi o della JREF nel caso il Soggetto Richiedente sostenga, come conseguenza di tali prove, di aver "perso" i propri poteri.

8. Un eventuale risultato positivo conseguito nel corso delle sperimentazioni predisposte dal C.I.C.A.P. non è sufficiente per ricevere il premio della JREF; esso verrà consegnato al Soggetto Richiedente solo in seguito ad una dimostrazione positiva delle facoltà o abilità dichiarate nelle prove predisposte dalla JREF. Il superamento dei test del C.I.C.A.P. rappresenterà un elemento sufficiente a garantire priorità al Soggetto Richiedente nei confronti della JREF.

9. Prima di iniziare ogni sperimentazione, il Soggetto Richiedente dovrà essere d'accordo su ciò che dovrà intendersi come esito positivo o negativo dell'esperimento. Questa regola deve essere accettata dal richiedente senza riserve.

Il Soggetto Richiedente, sottoscrivendo questo documento e restituendolo (eventualmente unito alla videocassetta di cui sopra) a: "Sfida di James Randi" c/o C.I.C.A.P. - Casella Postale 1117, 35100 Padova, manifesta l'accettazione delle regole sopra indicate.

In particolare dei punti: 1, 2, 3, 6, 9.

Invitiamo tutti i Soggetti Richiedenti a prendere consapevolezza del fatto che molti nel passato hanno vissuto situazioni imbarazzanti per il fallimento delle loro dimostrazioni. Consigliamo vivamente a tutti i Soggetti Richiedenti di condurre in proprio rigorose prove a «doppio cieco» delle proprie abilità, prima di tentare di partecipare alle sperimentazioni per il premio di Mr. Randi. Ciò permette a tutti di risparmiare tempo e lavoro nel caso i presunti poteri fossero solo il frutto di suggestione o errore. Sottolineiamo l'importanza di sperimentare in privato e di non ignorare questa precauzione.

Luogo e Data Firma

____________________ _____________________________


Secondo la legge italiana sulle clausole vessatorie, il sottoscritto si impegna secondo le previsioni dell’art. 7 del presente accordo.


Luogo e Data Firma

____________________ _____________________________


ULTERIORI INFORMAZIONI SUL PREMIO DI RANDI


Ripetiamo che ogni Soggetto Richiedente dovrà indicare con la massima chiarezza e col maggior numero di dettagli in che cosa esattamente consisterà la dimostrazione della propria abilità, e in che cosa consisterà il successo della prova, e in che cosa un eventuale insuccesso.
Ricordiamo che se un test sarà oggettivamente complesso o costoso da progettare, saranno i Soggetti Richiedenti a doversi fare carico della preparazione e degli oneri corrispondenti.
Delineiamo di seguito alcuni esempi di abilità paranormali "comuni" e in che cosa - a grandi linee - potrebbe consistere un test.


Questi esempi sono soltanto indicativi.



Diagnosi paranormali di malattie


Il Soggetto Richiedente dovrà distinguere tra una persona affetta da una chiara malattia (comprovata da recente diagnosi medica) o menomazione (gamba rotta) e una persona che non abbia tali malattie o menomazioni. Il test dovrà svolgersi in modo che Soggetto Richiedente non possa distinguere con mezzi normali tra le malattie delle due persone. Per es. le persone durante la diagnosi paranormale saranno coperte da un telo.
La distinzione dovrà avere successo, per es., 16 volte su 20 tentativi

Pranoterapia


Salvo il caso del testo proposto precedentemente, se vuole il Soggetto Richiedente dovrà accordarsi, a proprio carico, con una struttura sanitaria che possa fornire almeno 60 pazienti (divisi in due gruppi il più possibile omogenei tra loro) che presentino la stessa patologia esattamente diagnosticata dalla Struttura Sanitaria.
Un gruppo di pazienti, posti su un lettino, sarà trattato dal terapeuta, mentre il secondo gruppo non sarà trattato, ma nessun paziente saprà se è stato trattato o no; ad es. i pazienti saranno bendati.
Occorrerà un terzo gruppo di controllo, identico agli altri due, al quale non verrà somministrato né un trattamento pranoterapico né un trattamento finto (placebo).
I risultati dovranno consistere in un miglioramento statisticamente significativo delle condizioni di salute del gruppo trattato rispetto al gruppo "placebo" - secondo norme da stabilire con i responsabili delle sperimentazioni cliniche della Struttura Sanitaria.
(Si prevede che la sperimentazione possa durare alcuni mesi).

Telepatia


Al soggetto trasmittente saranno mostrate quattro immagini a colori, ed egli dovrà trasmetterne una, scelta a sorte, al soggetto ricevente, col quale non potrà comunicare durante il test. Il ricevente avrà davanti a sé quattro immagini identiche a quelle del trasmittente, e dovrà indicare qual è l'immagine trasmessagli.
Il test dovrà avere successo, per es., 15 volte su 20.


Rabdomanzia e Radiestesia


Al Soggetto Richiedente potrà essere chiesto di identificare tramite le proprie capacità rabdomantiche in quale contenitore (ad es. una scatola tra dieci) sia contenuta una sostanza (acqua, petrolio, metalli preziosi...) o un oggetto ai quali il Soggetto Richiedente stesso è sensibile.
Il contenitore esatto, che varierà di volta in volta, dovrà essere identificato otto volte su dieci.
Un altro test potrebbe consistere nel determinare se in un tubo di plastica l'acqua scorre o è ferma.
Un ulteriore test potrebbe consistere nel determinare in quale posizione, sotto a un pavimento, si trova un tubo nel quale scorre dell'acqua.
Un altro test potrebbe consistere in quanto segue:
Il Soggetto Richiedente indicherà un particolare luogo nel quale egli possa diagnosticare presenza di acqua (o caratteristiche del terreno); e poi indicherà un altro luogo nel quale egli possa diagnosticare assenza di acqua (o caratteristiche del terreno diverse dalle prime); successivamente il Soggetto Richiedente dovrà distinguere correttamente (9 volte su 10) gli stessi luoghi sui quali verrà però riportato bendato.

Astrologia


Verranno scelti dal CICAP dieci soggetti circa della stessa età e di segni zodiacali diversi. Il Soggetto Richiedente consegnerà ai soggetti una lista di domande compilata da lui stesso, o li interrogherà come meglio crede (naturalmente senza chiedere data di nascita o segni zodiacali), anche circa particolari della loro vita passata e presente e del loro carattere. Al Soggetto Richiedente saranno poi consegnate le date di nascita (anno, giorno e ora) dei soggetti, ed egli dovrà accoppiare almeno sei soggetti con il corretto segno zodiacale o data di nascita.
Questo test di "accoppiamento", opportunamente modificato, si presta anche per la chiromanzia. In questo caso i soggetti dovranno essere circa della stessa età e tutti dello stesso sesso, e il Soggetto Richiedente non dovrà vedere in anticipo le loro mani quando parla con loro e li interroga. I dieci soggetti mostreranno in seguito al Soggetto Richiedente solo le mani attraverso un foro praticato in uno schermo (con le adeguate precauzioni perché il Soggetto Richiedente non possa riconoscere le persone nemmeno da voci, profumi, particolari dell'abbigliamento, ecc.), e le mani dovranno essere "assegnate" ai corretti proprietari (6 su 10)

Omeopatia


Saranno preparate 50 boccette contenenti un preparato omeopatico almeno alla 12 CH e 50 di solo solvente. I recipienti saranno siglati e mescolati da un giudice esterno, e i codici conservati in luogo sicuro.
Il richiedente dovrà scegliere 50 boccettini, dopo avere determinato con qualunque mezzo (chimico fisico, test di laboratorio su animali, ecc.) se secondo lui si tratti del preparato o del solvente.
La prova è superata se almeno 40 boccettini saranno stati identificati correttamente.

C.I.C.A.P.
Casella Postale 1117, 35100 Padova
Sito Internet: www.cicap.org

 

 

per informazioni sul sito e sul CICAP: info@cicap.org

© 2014 CICAP - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo sito può essere riprodotta senza il permesso scritto del CICAP.