11/9 La cospirazione impossibile. Un libro "CICAP" indaga sulle teorie del complotto

Dal 4 settembre è in libreria un'inchiesta corale sulle ipotesi di cospirazione legate agli attentati dell 11 settembre 2001. Curato da Massimo Polidoro, il libro vede i contributi degli esperti del CICAP oltre che di alcuni "pesi massimi" come Umberto Eco, Piergiorgio Odifreddi, James Randi e Michael Shermer.
***

Ecco una presentazione del libro scritta da uno dei collaboratori, Paolo Attivissimo:

Era ora. Dopo tanti libri di teorie di complotto, finalmente debutta un libro di sbufalamento (debunking, se preferite il termine inglese). 11/9 La cospirazione impossibile, un libro corale a cura di Massimo Polidoro (CICAP), uscirà il 4 settembre prossimo, pubblicato da Piemme.

La carenza di pubblicazioni che sfatino le invenzioni complottiste è probabilmente la miglior prova del fatto che dietro il debunking non ci sono i "poteri forti" come insinuano alcuni: altrimenti le librerie sarebbero piene di libri "ufficialisti". Infatti questo è al momento soltanto il secondo libro disponibile in lingua italiana sull'argomento, ed è il primo interamente originale in italiano (l'altro testo, 11 settembre - I miti da smontare, è una traduzione di un'opera statunitense).

Le oltre 360 pagine di indagine e di verifica delle teorie complottiste e della loro psicologia sono state redatte da vari membri del CICAP, esperti nel controllo delle più disparate teorie pseudoscientifiche e nelle metodologie di manipolazione dei fatti adottate in questo campo, e dal gruppo Undicisettembre con la partecipazione di Piergiorgio Odifreddi, Umberto Eco, Michael Shermer (Scientific American) e la testimonianza personale di James Randi, celeberrimo illusionista e cacciatore di ciarlatani del paranormale (lo sbufalamento di Uri Geller e il premio da un milione di dollari a chi dimostrerà facoltà paranormali in condizioni controllate sono opera sua).

Randi ha infatti conosciuto a lungo William Rodriguez, uno dei principali sostenitori delle ipotesi di complotto, quando Rodriguez era un giovane illusionista (apparve anche a Quark in questa veste in un numero memorabile, di cui qui accanto è mostrato un fotogramma), e ne traccia un ritratto personale molto umano e sentito, essenziale nel capire la psicologia di chi da illusionista diventa custode del WTC e poi si trasforma in guru del complottismo con tanto di tour internazionali.

La cospirazione impossibile si occupa di decine delle più diffuse teorie cospirazioniste, partendo sempre dalla citazione precisa delle affermazioni dei loro sostenitori (per evitare la frequente accusa di aver attribuito ai complottisti asserzioni inventate) e rivelando numerosissimi aspetti inediti (anche per i lettori di questo blog) degli attentati e dei loro antefatti: dalle vere ragioni del fallimento della difesa aerea statunitense alla documentazione dei rottami degli aerei che colpirono le Torri Gemelle alla poco conosciuta presenza di ingenti depositi di munizioni delle forze dell'ordine al WTC, la cui detonazione per incendio è una delle probabili fonti delle testimonianze di rumori di esplosioni prima e dopo il crollo delle torri.

I complottisti che si sono accaniti maniacalmente in questi mesi per cercare di scoprire le identità dei membri di Undicisettembre, che finora hanno preferito la serenità dell'anonimato, saranno sollevati nel sapere che nel libro troveranno nomi, cognomi e professioni.

Ne La cospirazione impossibile, i fatti vengono presentati attingendo pressoché totalmente a rapporti e pareri tecnici (anche di fonte italiana) dei più autorevoli esperti di settore e a indagini giornalistiche, anziché limitarsi a consultare il rapporto della Commissione 11/9, che in realtà costituisce solo una minima parte dell'immenso materiale documentale oggi disponibile.

Non mancano esempi degli strafalcioni e delle deliberate manipolazioni effettuate dai complottisti, e Lorenzo Montali, psicologo sociale, descrive in dettaglio illuminante i processi psicologici alla base del potere di seduzione delle ipotesi di complotto. La ricca bibliografia costituisce inoltre una guida di riferimento utile per chiunque voglia studiare direttamente la documentazione disponibile.

A conferma che Piemme non è al soldo della CIA o degli Illuminati, la medesima casa editrice pubblica anche un libro di Giulietto Chiesa che sostiene le teorie complottiste. Ma questa è un'altra storia.

Links: