Tiziano Sclavi

Nato a Broni (Pavia) il 3 marzo 1953 da un segretario comunale e un'insegnante. Scrittore, giornalista, prolifico autore di canzoni (ne ha scritte oltre 200), una raccolta di ballate, diversi libri per bambini.

A 21 anni vince il premio Scanno per il libro Film. Autore di romanzi gotici di successo, di cui ricordiamo: Tre (Camunia, 1988), Dellamorte Dellamore e Nero (Camunia 1991 e 1992, dai quali sono stati tratti due film, diretti il primo nel 1994 da Michele Soavi, il secondo nel 1992 da Giancarlo Soldi), Sogni di sangue (Camunia, 1992), Apocalisse (Camunia 1993, versione definitiva di "Guerre terrestri, edito nel 1978), Nel buio (1993, Camunia), Mostri (Camunia, 1994), La circolazione del sangue (Camunia, 1995), Non è successo niente (Mondadori, 1998).

Da oltre 30 anni nel fumetto, ha sceneggiato storie per Zagor, Mister No, Ken Parker e Martin Mystere. Nel 1986 crea Dylan Dog, il cui protagonista è un indagatore dell'incubo, sempre a caccia di fantasmi, creature mostruose e casi misteriosi.

Vive e lavora fuori Milano, colleziona libri, dischi, ama il cinema (Kubrick e Moretti su tutti) ed è maniaco dell'enigmistica, oltre a collezionare giochi da tavolo. Adora l'illusionista David Copperfield "perché riesce a far sparire, e a sparire", e cita spesso Woody Allen: "credo nel cesso e nel decesso".

Quando gli si chiede: "tu che sei il padre di Dylan Dog, credi nell'occulto?", risponde: "niente affatto, il misterioso e il demoniaco vanno bene per le opere di fantasia, ma la realtà é ben altra cosa. Se devo fare un'eccezione, la faccio per gli UFO: non ci credo, ma ci spero". E' membro del CICAP che sostiene in vari modi.

Per saperne di piu: