IL CICAP CONTROLLA LE PREVISIONI DEGLI ASTROLOGI PER IL 1999

Con l'arrivo del nuovo anno e' tempo di oroscopi e previsioni; ma quanto sono attendibili? Come e' ormai tradizione Scienza & Paranormale, la rivista del CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale)*, e' andata a fare le pulci alle previsioni degli astrologi per il 1999.*** Ecco come e' andata:

POLITICA


"Scalfaro? Fara' il bis" (Vladimir Mironov, sensitivo russo a Domenica In) Scalfaro non e' stato rieletto e il nuovo Presidente della Repubblica e' Carlo Azeglio Ciampi.

"Caduta del Governo e ricorso a elezioni anticipate" ("Previsioni astrologiche 1999") Il Governo non e' caduto e non ci sono state elezioni anticipate.

"Per Gianfranco Fini sara' un anno positivo, soprattutto in marzo, mese in cui le sue iniziative avranno successo". (Peter Van Wood, Gente) Gianfranco Fini ha perso consensi in maniera considerevole alle ultime elezioni primaverili.

"La Francia attraversera' una crisi politica e il governo sara' destinato a cambiare piu' volte" (Peter Van Wood, Gente) Non sono cambiati governi in Francia nel 1999.

ATTUALITA' E SPETTACOLO


"Anna Falchi sposera' Max Biaggi; Pavarotti avra' un figlio dall'attuale compagna; Sharon Stone ricevera' un Oscar" (Branko, Verissimo) Nessuna di queste previsioni si e' avverata.

"Un nuovo personaggio televisivo diventera' in breve molto popolare. Non appartiene al mondo dello spettacolo: sara' una persona mai vista sul piccolo schermo" (Peter Van Wood, Gente) La profezia non si e' verificata.

"Fabio Fazio potrebbe diventare papa"' (Peter Van Wood, Gente) Fazio non e' diventato papa'.

"Corrado potrebbe finalmente realizzare il suo sogno: conquistare il successo anche in una fiction; John Kennedy potrebbe avere una crisi mistica nel 1999" (Loredana Pennati, Chi) Sia Corrado che John Kennedy Jr. sono scomparsi nel corso del 1999.

"La fiorentina vincera' lo scudetto, seguita da Lazio e Parma" (Mago Nicola, Processo del lunedi'). La profezia non si e' avverata.

GUERRE E CATASTROFI


"La stazione spaziale MIR dovrebbe precipitare su Parigi oscurando la città in concomitanza con l'eclisse lunare dell'11 agosto" (Paco Rabanne, La Repubblica). La MIR non e' precipitata.

Il 25 aprile 1999 accadra' qualcosa di veramente importante: potrebbe essere una grande crisi a livello planetario" (Maria Carla Canta, Astra). Non c'e' stata nessuna crisi del genere.

"In India milioni di persone piangeranno la morte di un grande uomo" (Peter Van Wood, Gente) Non risulta.

SPECIALE FINE DEL MONDO


Il 1999 naturalmente e' anche l'anno in cui sarebbe dovuto finire il mondo, almeno secondo Nostradamus e i suoi interpreti. Per l'occasione, ecco un riepilogo delle piu' famose profezie relative alla fine del mondo realizzate negli ultimi 1000 anni dai piu' famosi profeti:

992: secondo Bernardo di Turingia;
31 dicembre 999: "mille anni dopo la nascita di Cristo", è la data della fine del mondo secondo i vangeli apocrifi;
settembre 1186: secondo l'astrologo Giovanni di Toledo, che aveva calcolato un allineamento dei pianeti per quel periodo;
20 febbraio 1524: un anno colmo di predizioni di disastri, diluvi e catastrofi culminanti nella fine del mondo, secondo gli astronomi Johann Stà¶ffler e Jakob Pflaumen; 1532: secondo il vescovo viennese Frederick Nausea;
3 ottobre 1533 (ore 8.00): calcolata dal matematico tedesco Stifelius; 1533: un enorme incendio avrebbe distrutto la Terra ma, secondo l'anabattista Melchiorre Hoffmann, la città di Strasburgo si sarebbe salvata;
1537: secondo l'astrologo Pierre Turrel (che predisse la fine del mondo anche per il 1544, il 1801 e il 1814);
1584: secondo l'astrologo Cipriano Leowitz;
1588: secondo il saggio Regiomontanus (Johann Muller);
1648: secondo il rabbino Sabbati Zevi, di Smirne;
1654: secondo il medico alsaziano Helisaeus Roeslin;
1665: secondo il quacchero Solomon Eccles;
1704: secondo il cardinale Nicholas de Cusa;
19 maggio 1719: secondo il matematico Jacques Bernoulli (il primo di una stirpe di otto celebri matematici);
1732: secondo Nostradamus;
1757: secondo il mistico di Svezia Emanuel Swedenborg;
1774: secondo Joanna Southcott, leader di una setta religiosa inglese;
5 aprile 1761: secondo il fanatico religioso William Bell;
14 ottobre 1820: secondo il profeta John Turner, nuovo leader della setta di Joanna Southcott;
3 aprile 1843: secondo William Miller, fondatore della setta dei Milleriti (in seguito divenuta la Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno); quando la fine del mondo non arrivò la nuova data fu fissata per il 7 luglio 1843, poi per il 21 marzo 1844 e, infine, per il 22 ottobre 1844;
1881: stando ai calcoli di alcuni studiosi delle misure geometriche delle piramidi; la data dell'apocalisse fu in seguito ridefinita per il 1936 e, quindi, per il 1953;
1947: secondo John Ballou Newbrough, il "Più grande profeta d'America";
1967: secondo Sun Myung Moon, capo della Chiesa dell'Unificazione;
1975: secondo i Testimoni di Geova e Herbert W. Armstrong, capo della Chiesa Universale di Dio;
1977: secondo John Wroe, successore di John Turner alla guida della setta di Joanna Southcott, che fece la sua previsione nel 1823;
1980: secondo un antico presagio astrologico arabo;
anni '80: secondo l'astrologa Jeane Dixon la fine del mondo sarebbe arrivata in seguito all'impatto di un'enorme cometa;
luglio 1999: ancora secondo Nostradamus agosto 1999 (gli astrologi hanno rifatto i calcoli): sempre secondo Nostradamus

"Al solito", conclude Massimo Polidoro (Segretario Nazionale del CICAP), "non solo astrologi e veggenti hanno completamente sbagliato le loro previsioni, ma non sono nemmeno riusciti a prevedere nessuno dei piu' importanti avvenimenti dell'anno, come la guerra nell'ex-Jugoslavia, l'incidente nucleare in Giappone, i terremoti in Turchia e Taiwan o la morte di John F. Kennedy Jr. e della moglie.
"Naturalmente, i costanti fallimenti degli astrologi passerebbero assolutamente in silenzio se noi del CICAP non facessimo ogni anno questi controlli. A questo punto, pero', ci permettiamo di fare anche noi una previsione che siamo certi si realizzera': astrologi e veggenti profetizzeranno per il 2000 una serie di eventi che non si verifichera' mai e mancheranno ancora una volta tutti gli avvenimenti davvero importanti dell'anno... nonostante cio', giornali e tv continueranno a rivolgersi a loro per sapere cosa accadra' nell'anno nuovo".

Il CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale) e' un'organizzazione scientifica e educativa fondata nel 1989 da Piero Angela e da un gruppo di studiosi e ricercatori. Tra gli altri, aderiscono al CICAP: Umberto Eco, Silvio Garattini, Margherita Hack, Rita Levi Montalcini, Tullio Regge e Carlo Rubbia. Per ulteriori informazioni: tel. 0426-22013; www.cicap.org.