Studi scientifici e omeopatia

Salve, sono uno studente di Psicologia che visita spesso il vostro sito. Recentemente sono andato ad assistere ad una conferenza  sull'omeopatia tenuta nella Facoltà  di Medicina dell’Università   degli Studi di Trieste, dedicata agli studenti e docenti, tenuta da  un noto medico omeopata (Fabio Burigana). Dopo un primo forte attrito fra pubblico ed oratore (l’oratore è  stato praticamente assalito da ogni genere di contestazione) alla  fine il pubblico ha dovuto ammettere (evidenza alla mano) l’esistenza di alcune sperimentazioni scientifiche riportate su  alcune note riviste di medicina di livello internazionale. In  pratica la conclusione è stata che l’omeopatia non è assolutamente  una disciplina scientifica, ma recentemente sono stati fatti alcuni  studi rigorosi (anche se pochi) che la comunità  scientifica  internazionale ha riconosciuto e che dimostrano l’efficacia di  alcune basi del metodo (non del metodo), e che quindi vale la pena  di continuare la ricerca scientifica in questo campo che finora non  si è potuto fare a causa della mancanza di fondi nel settore. Sul vostro sito ho visto che voi rifiutate in toto la validità  scientifica dell’omeopatia (cioè dite che finora non c'è stata  nessuna dimostrazione scientifica di alcunchè). Non capisco, o io ho assistito ad una conferenza universitaria dove  tutti i presenti sono stati convinti con falsi dati oppure esiste  invece qualche studio scientifico ineccepibile ma voi non ne fate  menzione. Non chiedetemi dati perchè la conferenza era troppo "tecnica" per  me, vorrei solo sapere da voi se esiste qualcosa di veramente  scientifico o no. Mi aiutate a fare chiarezza?


Lorenzo Monet


Trieste


 


Risponde Silvano Fuso.


Caro Lorenzo,


se tu ci fornissi le indicazioni bibliografiche delle ricerche cui l'omeopata faceva riferimento, potremmo essere più precisi nella risposta. Senza ulteriori indicazioni, anche la risposta non può che essere generica. Sono anni che gli omeopati sostengono l'esistenza di studi che confermerebbero l'efficacia della loro disciplina. Purtroppo però nessuno di questi studi è mai riuscito a convincere la comunità  scientifica. A un esame più attento, anche gli studi considerati più attendibili dagli omeopati, sono risultati affetti da errori metodologici o da altri problemi. Quindi non siamo noi che rifiutiamo in toto la validità  scientifica dell’omeopatia, ma è l'intera comunità  scientifica internazionale a farlo. Se visiti lo speciale omeopatia del nostro sito, puoi renderti conto del perchè.


Un cordiale saluto.


Silvano Fuso