Una bufala d'oro per il paranormale: i premi per il 1997

L'industria cinematografica ha gli Oscar, quella televisiva il Telegatto, quella discografica i Grammy. Era giusto che anche il mondo del paranormale, un'industria che ha un giro d'affari multi-miliardario, avesse il suo premio. E' dunque con piacere che anche quest'anno Scienza & Paranorrnale ha presentato la "Bufala d'oro", premio inaugurato il 1 aprile del 1994 e che ha già visto tra i vincitori: Alberto Bevilacqua, Giucas Casella, Gustavo Rol e la trasmissione Misteri. Quest'anno i premi sono stati numerosi; eccoli divisi per categorie:

 

Categoria "Televisione"

image

 

BUFALA d'ORO a: ES: il senso della vita (Rete4) - Per avere contribuito quotidianamente alla disinformazione del pubblico, dando per vere teorie pseudoscientifiche del tutto prive di ogni credibilità.

 

BUFALA d'ARGENTO a: Fatti e misfatti (Italia I) - Per la rubrica 'X-Files", condotta da Giorgio Medail, che ha settimanalmente presentato prove del tutto risibili per dimostrare che gli alieni sarebbero tra noi ed esisterebbe un complotto mondiale per nasconderlo.

 

Categoria "Stampa"

BUFALA d'ORO al supplemento Salute de La Repubblica

BUFALA d'ARGENTO al supplemento Salute del Corriere della sera

 

Per avere entrambi dedicato continui servizi totalmente acritici alle cosiddette "medicine alternative" e non avere mai informato i lettori circa la loro inefficacia.

 

Categoria "Personaggi"

 

BUFALA d'ORO all'astrologo "Branko" - Per la presentazione quotidiana, all'interno della trasmissione televisiva Unomattina (Raiuno), delle più trite e ritrite sciocchezze astrologiche: un disservizio grave, da parte della TV di Stato, e un contributo alla diffusione dell'ignoranza tra i telespettatori.

 

BUFALA d'ARGENTO alla compagnia di assicurazioni inglese GRIP - Per avere inscenato la beffa dell'assicurazione pagata al rapito dagli alieni. La beffa è stata smascherata in Inghilterra già nello scorso gennaio, quando si era scoperto che il "rapito" era, in realtà, il socio del proprietario della compagnia; ma la notizia è passata praticamente in silenzio.

 

BUFALA di BRONZO al "bio-archietetto" Fosco Firmati - Per aver convinto almeno tre giunte municipali di città capoluogo di provincia (Arezzo, Grosseto e Siena) a retribuire con fondi pubblici le prestazioni d'opera del suo studio, incentrate sulla ricerca, la misurazione e la neutralizzazione di entità fisiche inesistenti quali le "griglie di Hartmann" (v. pag. 13 di S&P).

 

 

Categoria "Libri"

 

BUFALA d'ORO a Marlo Morgan, autrice di …E venne chiamata due cuori - Per aver venduto un romanzo fantasy su ipotetici, straordinari poteri degli aborigeni australiani presentandolo come un saggio antropologico, inventando di sana pianta non solo le parti magiche ma anche gli usi e costumi, al punto da costringere il comitato per la conservazione della cultura aborigena a fare un viaggio negli USA per smentire pubblicamente il libro.

 

Tutti i vincitori sono stati informati telepaticamente e, come sempre, il premio è stato teleportato direttamente nelle loro case.