L'anagramma di Coronavirus... e altri enigmi

  • In Articoli
  • 07-08-2020
  • di Stefano Piazza
img
Se prendi la parola “Coronavirus” e la scrivi all'indietro otterrai “Surivanoroc”. Cercando questo anagramma online in antichi manoscritti scopriamo che è lingua hindi. Nella traduzione in hindi e in qualunque altra lingua “Surivan or oc” significa “Alba e occhio”. Hai ancora dubbi su chi gestisce lo spettacolo?
(Anonimo, Facebook. I massoni DOVEVANO essere implicati, lo sapevo)

Perchè i maghi non fanno apparire soldi dal cilindro standosene alle Maldive invece che tirare fuori conigli? Secondo me c'è un trucco.
(Marco Gavagnin)

Ahah, ma questi terrapiattisti chi credono di convincere? Di certo non me che sono un capricorno.
(Dalla pagina Facebook “Adotta anche tu un analfabeta funzionale”)

Alla fine penso che la felicità non si debba mostrare troppo: per scaramanzia e perché non è elegante.
(Levante)

Il possibilista allo scettico: «Ma non ti poni mai delle domande?». «Certo» risponde lo scettico «e molte risposte le trovo nella scienza». «Ma lascia perdere la scienza» ribadisce il possibilista «e pensa con la tua testa!»
Un classico!
(Armando De Vincentiis)

Avevo una casa infestata ma l'ho venduta allo Stato. Ora è posseduta dal Demanio.
(Dio)

Volare più veloce della luce ha un unico inconveniente: la prolunga.
(Leo Ortolani)

Rai: scoperta falsa puntata di Linea Verde sul Molise girata da Kubrick in Nevada.
(Lercio)

Se tutti gli enigmi sono risolti, le stelle si spengono. Se tutto il segreto è restituito al visibile, e più che al visibile, all'evidenza oscena, se ogni illusione è restituita alla trasparenza, allora il cielo diventa indifferente alla terra.
(Jean Baudrillard)

Tutti gli enigmi non sono tali se non perché debbono venire sciolti.
(Alfredo Oriani)

Tutti gli enigmi sono semplici, dopo che sai la risposta.
(Giorgio Faletti)

Emerson disse: «Tutto è un enigma e la chiave di un enigma è un altro enigma».
(Criminal Minds)

Si tratta di un'antica tradizione: per diventare strega una bambina deve lasciare casa all'età di tredici anni. (...) Però, rendersi indipendenti a quell'età non è più cosa del mondo d'oggi.
(Hayao Miyazaki, Kiki - Consegne a domicilio)