CICAP Fest 2020: i workshop per docenti

img
Dal 25 settembre al 18 ottobre torna il Festival della scienza e della curiosità in "digital edition".
Ogni domenica si svolgeranno i workshop rivolti agli insegnanti, in collaborazione con Focus Scuola e Fondazione AIRC.

Il ciclo di incontri ha come tema centrale A chi credere? - Scienza, pseudoscienza e senso critico: la didattica ai tempi della pandemia. La pandemia da SARS-Cov-2 ha avuto pesanti conseguenze sulla scuola. Da un giorno all’altro i docenti, con la didattica a distanza, hanno dovuto reinventarsi una nuova metodologia e nuove strategie di insegnamento. L’improvviso e inaspettato terremoto può tuttavia rappresentare anche un’occasione per ripensare l’intera impostazione della scuola italiana. Prendendo spunto dall’attualità, vengono proposti quattro incontri, con il contributo di alcuni esperti, su varie tematiche che la scuola non può ignorare. Ogni seminario comprenderà una parte di attività laboratoriale guidata. Moderatori e curatori del seminario: Marco Ciardi, Silvano Fuso, Anna Rita Longo.
E' possibile effettuare il pagamento dei workshop tramite la carta del docente.
27 settembre ore 14.30 A chi dobbiamo credere? Esperti, pseudo-esperti e cattivi maestri Nei giorni del lockdown abbiamo assistito agli interventi di decine di cosiddetti esperti che spesso affermavano cose in contraddizione tra loro. A chi dobbiamo credere? Come possiamo insegnare ai ragazzi a chi dare ascolto?
Laboratorio: la verifica dei fatti e delle fonti. Lavoro di gruppo su documenti di varia natura e principi base dell’analisi critica delle fonti. Si proporrà un’attività incentrata su un argomento storico e un’attività che ruota attorno a un tema medico-scientifico (esempio: la caccia alle streghe e l’efficacia dell’omeopatia).
4 ottobre ore 14.30 Cosa ci dicono i numeri? Come leggere i dati e cosa imparare da essi (con un intervento del Prof. Enrico Bucci)
Per mesi, ogni giorno alle ore 18 venivano comunicati i dati del contagio. Numeri grezzi che andavano però interpretati e l’interpretazione non sempre era univoca. I numeri non sempre sono amati, ma possono dirci molto. Come facciamo a insegnare ai ragazzi a non avere paura dei numeri e a interpretarli correttamente?
Qui per iscriversi ai workshop destinati ai docenti - > https://bit.ly/3b1jL4h
Laboratorio: principi di data journalism/data visualization. Lavoro di gruppo che parte da database pubblici di dati su un determinato argomento: gli studenti sono invitati a selezionarli e a usare semplici strumenti (Excel, SmartArt di Word...) per comunicarli in modo chiaro ed efficace.
11 ottobre ore 14.30 La scienza può dare «certezze inconfutabili»? Ripensare l’insegnamento delle scienze (con un intervento del Prof. Massimo Pigliucci)
Un ministro della Repubblica, nei giorni più critici della pandemia, ha chiesto alla scienza «certezze inconfutabili». Ma la scienza le può dare? Come possiamo insegnare ai ragazzi che la scienza non è una collezione di risposte, ma un metodo di indagine della realtà? Come posiamo far comprendere che la scienza non può dare certezze, ma solamente indicazioni provvisorie e che questo rappresenta paradossalmente uno dei suoi maggiori pregi?
Laboratorio: comunicare l’incertezza in una situazione in evoluzione. Lavoro di gruppo che parte dall’analisi dello status quaestionis su un determinato tema (es.: gli asintomatici possono trasmettere la CoViD-19?), che culmina nella redazione di un articolo che dia conto in modo corretto ed efficace della situazione.
18 ottobre dalle 14.30 alle 16.30 Cambia-mente! Come riconoscere le bufale sulla salute? | Seminario a cura di Fondazione AIRC Modulo gratuito grazie a contributo Fondazione AIRC Relatore: Riccardo Di Deo - Divulgatore scientifico e nutrizionista AIRC Target: Workshop per insegnanti delle secondarie di primo e secondo grado
Dubbi, domande e perplessità: come insegnare a riconoscere quali informazioni sono davvero attendibili nell’epoca di internet? Porre le giuste domande può aiutare a contrastare la diffusione di bufale scientifiche. Un workshop finalizzato a offrire strumenti da proporre agli studenti per imparare a riconosce le fake news e operare scelte consapevoli in ambito di salute