Brevi osservazioni sulle "salite in discesa"

Se, percorrendo l'irregolare rete stradale che si estende in una zona montagnosa, ci si trova dinanzi a quella che sembra una "leggera salita" a pochi metri da una "forte discesa", occorre tener presente il detto popolare secondo il quale "nel Paese dei Ciechi, chi vede da un occhio è Re" (o qualcosa del genere). Vale a dire, se una stradicciola situata accanto ad una strada che presenta un notevolissimo grado di pendenza sembra solamente in leggera salita, il normale margine di errore insito in una valutazione del genere impedisce assolutamente di escludere che possa trattarsi invece di una stradicciola priva di pendenza (ammesso che esistano cose del genere) o addirittura in leggera discesa. Pertanto, se desideriamo comprendere se si tratti di leggera salita o leggera discesa, che cosa possiamo fare? Semplicemente, versare nel tratto di strada che c'incuriosisce una sufficiente quantità d'acqua, oppure lasciarvi rotolare un oggetto che abbia una certa propensione verso questo tipo di comportamento quando si trovi sopra un piano inclinato, per esempio. Se l'acqua, o la palla, o il cuginetto terribilmente ciccione (al quale l'altro cuginetto, quello discolo, ha slealmente fatto lo sgambetto) si muoveranno “percorrendo un tratto di stradicciola di lunghezza significativa“ per il verso che sembra quello in salita, diremo: "Ma guarda un po', in confronto a quel discesone là, questa discesina appena accennata sembra addirittura una salita! Era decisamente saggio quel proverbio secondo cui nel paese delle ripide discese una discesina dolce sembra già una salita...". Non ci verrà certo in mente di dire che l'acqua o la palla, per motivi fantascientifici, sono corse, come se niente fosse, verso l'alto (tutt'al più, l'avrà fatto il cuginetto grassotto ma furbetto). Proprio all'acqua o alla palla (basta con i cugini) era stato infatti affidato il preciso còmpito, perfettamente adeguato alle loro capacità, di risolvere il nostro dubbio “ generato da un'orografia assai mossa, nella cui cornice stolto sarebbe chi pretendesse di distinguere senza téma d'errore una lieve discesa da una lieve salita “ e ciò la palla o l'acqua hanno fatto, rendendoci un buon servigio.

Con sistemi analoghi (ma più complessi) potrà poi appurare, chi lo desideri, se un determinato treno si sia messo in moto “ o si sia mossa invece la stazione, come sembrava al viaggiatore che ha visto allontanarsi la stazione con nitidezza ancor maggiore di quella con cui era apparso essere in salita il tratto di stradicciola di cui stiamo trattando “ nonché risolvere altri dubbi dello stesso tipo... Per esempio, se gli antipodi siano luoghi a gravità invertita, visto che la gente di là fa tutto quanto stando a testa in giù “ tranne qualche acrobata del circo “.

I parapsicologi più esperti, per portarvi un altro esempio, hanno avuto occasione di studiare in modo approfondito un fenomeno ancora più sconvolgente. Hanno infatti potuto rilevare come “ semplicemente recandosi presso una postazione sufficientemente elevata, quale può essere un balcone al quinto piano di un qualsiasi edificio urbano “ essi siano effettivamente in grado di provocare “ addirittura “ il rimpicciolimento istantaneo del resto dell'umanità “ o, per lo meno, di quella parte di essa osservabile dalla postazione suddetta (i parapsicologi, com'è noto, rifuggono accuratamente da qualsivoglia forma di esagerazione) “. L'aspetto più sconvolgente è rappresentato dal fatto che i soggetti in questione, ancorché siano stati rimpiccioliti in misura rilevantissima, non paiono assolutamente rendersi conto della loro nuova peculiare condizione, né del successivo fenomeno inverso che avviene quando i parapsicologi scendono nuovamente in strada a firmare autografi e possono così osservare che tutti i soggetti studiati hanno magicamente riassunto le precedenti dimensioni! Il fenomeno, cosa fondamentale, si verifica puntualmente tutte le volte che il parapsicologo accede a una postazione elevata “ circostanza, questa, che smentisce in via definitiva la comoda asserzione degli scettici secondo cui gli esperimenti di parapsicologia non sarebbero riproducibili .

Dopo aver doverosamente riconosciuto i meriti dei parapsicologi, vorrei tornare alla questione iniziale e ammettere che, qualora la suggestione della "salita in discesa" sia troppo forte, si potrà pure ricorrere a ulteriori verifiche e idonei esperimenti compiuti da seri scienziati. Temo, però, che essi avranno tanto poca probabilità di persuadére chi vuole credere a un'inversione in loco del campo gravitazionale “ e magari nutre la convinzione che anche gli aerei viaggino da sempre per mezzo di potenti campi d'energia antigravitazionale, ma il governo non ce l'ha voluto far sapere per non destare sospetti negli extraterrestri amici di Minoli “ circa il fatto che tale "inversione" in realtà non esiste, quanta ne ha forse questa mia modestissima analisi a distanza.

In conclusione, se fosse davvero facile misurare le pendenze così, a occhio, per quali misteriosi motivi tanta gente continuerebbe ad acquistare oggetti alquanto strani come le livelle? Non fàtemici pensare...