La dichiarazione di Saint Vincent

Saint Vincent 17-19 Luglio 1992

In risposta alla domanda fondamentale: quali sono le prove sperimentali a favore del paranormale, noi riteniamo che quelle finora prodotte siano insufficienti, inconsistenti e inconcludenti.

Pensiamo, dunque, che gli scienziati abbiano il dovere professionale e sociale di opporsi alla diffusione, finora incontrastata, di credenze paranormali e pseudoscientifiche, allo scopo di colmare il divario che esiste tra la cominità scientifica e l'opinione pubblica.

Una vasta parte del pubblico, infatti, crede che i 'fenomeni paranormali' siano stati dimostrati in maniera scientificamente accettabile. Ciò si accompagna ad un continuo abuso di termini scientifici da parte di pseudo-scienziati.

I ricercatori scientifici devono essere disponibili a studiare le segnalazioni di presunti fenomeni anomali, o almeno a sostenere i loro colleghi che esaminano criticamente le affermazioni sul paranormale.

Quando, nel passato, singoli studiosi ed organizzazioni scientifiche hanno portato il loro contributo di conoscenza ed esperienza per smentire affermazioni infondate, la loro azione si è spesso dimostrata efficace.

Gli scienziati hanno il dovere, laddove i presunti fenomeni paranormali non siano supportati da prove sufficienti, o quando un'affermazione specifica sia stata smentita in base a prove sperimentali, di informarne il pubblico.

Questo intervento è fondamentale per contrastare un utilizzo sensazionalistico del cosiddetto paranormale ad opera dei mass-media che ne favorisce lo sfruttamento commerciale da parte di astrologi, sensitivi, guaritori, ed altri operatori dell'occulto.

La comunità scientifica deve anche spingere gli Enti pubblici e governativi a favorire la diffusione di una corretta educazione scientifica, e a promuovere un'analisi critica e razionale che metta in grado il pubblico di distinguere la scienza dalla pseudo-scienza.

Invitiamo i docenti, sia nell'Università che nella Scuola Superiore, a diffondere la conoscenza di queste informazioni critiche tra gli studenti. Articoli, libri e materiale filmato sono disponibili per essere consultati ed utilizzati a scopo didattico.