Ian Stevenson e la reincarnazione

Volevo sapere se il CICAP ha mai indagato sui lavori di Ian Stevenson e se esistono delle analisi in ambito scientifico della qualità e attendibilità delle sue ricerche.

Grazie,
Giacomo Dorigo



Caro Giacomo,
il CICAP direttamente non ha indagato sul lavoro di Stevenson relativo alla "reincarnazione" perchè già lo hanno fatto altri. Di materiale critico sulle pubblicazioni scientifiche se ne trova abbastanza, un po' meno su Internet. Si può partire, per esempio, da questo elenco di articoli , oppure anche da questa recensione di Barry Beyerstein , e poi leggere magari un libro come Reincarnation: A Critical Examination di Paul Edwards (Prometheus Books).

A proposito di Stevenson, comunque, lascio che sia Silvano Fuso a raccontare qualcosa di più.

A presto,
MP


«Ian Stevenson, medico canadese e docente di psichiatria alla Virginia School of Medicine dell'Università di Charlottesville, è ben conosciuto nel campo della parapsicologia. I suoi studi più noti riguardano casi di presunta reincarnazione riguardanti soggetti di giovane età. Stevenson studiò infatti moltissimi bambini che sostenevano di possedere ricordi di vite passate. In particolare egli si concentrò su venti casi che, secondo la sua interpretazione, fornivano indizi piuttosto convincenti a favore dell'ipotesi della reincarnazione. I risultati di questi studi sono stati da lui pubblicati nel libro "Twenty Cases Suggestive of Reincarnation" del 1966 e in altri volumi.

«Le ricerche di Stevenson tuttavia non hanno mai convinto la comunità scientifica. Ad esempio, lo studioso canadese attribuiva molta importanza a episodi di "xenoglossia", ovvero la presunta capacità da parte di alcuni bambini di parlare una lingua che non potevano conoscere. In realtà è stato poi dimostrato che questi bambini conoscevano solamente un numero limitato di parole della lingua straniera (acquisite in modo tutt'altro che paranormale) che continuavano a ripetere in modo stereotipato: solo agli orecchi di un non esperto potevano dare l'impressione di parlare la lingua in questione.

«Stevenson fu sicuramente un ricercatore onesto e in buona fede, ma non fu abbastanza rigoroso e accorto nelle sue ricerche.

«In definitiva quindi né Stevenson né nessun altro hanno mai raccolto prove convincenti a favore della reincarnazione. Essa rimane quindi una pura credenza metafisica, legittima in quanto tale, ma non certamente dimostrata sul piano scientifico».