La scrittura automatica

Mi rivolgo a Voi con una domanda che forse Vi potrà  sembrarle ridicola o meglio stramba, ebbene volevo sapere che cosa ne pensate della SCRITTURA AUTOMATICA. E se eventualmente sapete a chi mi potrei rivolgere  per avere informazioni su questo argomento Grazie. Mi scuso nuovamente se il contenuto si questa mia Vi potrà  sembrare ridicola ma vorrei avere il parere da esperti nel settore quali Vi ritengo anche perchè non saprei a chi rivolgermi.


Rolla Amedeo


Genova


 


Risponde Silvano Fuso.


Gent.mo Amedeo,


La scrittura automatica o psicografia consiste nel mettersi davanti a un foglio di carta con una matita e aspettare che la mano, autonomamente, scriva parole e frasi di senso compiuto. Vi sono medium che praticano fraudolentemente questa tecnica scrivendo semplicemente quello che vogliono per impressionare gli astanti. In altri casi invece il soggetto è in perfetta buona fede, nel senso che non compie azioni volontarie, ed è il primo a rimanere sorpreso di quello che appare sul foglio di carta. Molti pensano che a guidare la mano siano gli spiriti o altre entità  che vogliano in tal modo trasmetterci i loro messaggi. In realtà  la spiegazione del fenomeno è possibile senza bisogno di tirare in ballo entità  ultraterrene. Gli psicologi interpretano la scrittura automatica nell'ambito dei cosiddetti automatismi. Gli automatismi sono particolari comportamenti guidati da associazioni inconsce. Essi si manifestano tutte le volte che compiamo determinate azioni senza esserne coscienti. Ad esempio, un guidatore esperto (a differenza di un principiante) compie tutti i gesti necessari alla guida in modo automatico e senza "doverci pensare". In molte circostanze questi automatismi consentono di ottenere addirittura risultati migliori rispetto a quelli che otterremmo essendo consapevoli di ciò che facciamo (ad esempio, nello sport, nel ballo, ecc.). La scrittura automatica può essere considerata un automatismo in cui il soggetto scrive ciò che il suo inconscio gli suggerisce, senza esserne consapevole. Mettendosi davanti a un foglio di carta ci si aspetta di scrivere qualcosa: questa aspettativa produce una lieve autosuggestione che produrrà  alla fine il movimento automatico della mano con conseguente produzione di lettere, parole, frasi e in certi casi figure. Vi sono addirittura correnti artistiche, di stampo surrealista, che usano questa tecnica per produrre dipinti o opere letterarie. Il poeta e critico francese André Breton, nel suo "Manifesto del surrealismo", così definisce lo stesso termine "surrealismo": "Automatismo psichico puro col quale ci si propone di esprimere, sia verbalmente, sia per iscritto, sia in qualsiasi altro modo, il funzionamento reale del pensiero. Dettato del pensiero, in assenza di qualsiasi controllo esercitato dalla ragione, al di fuori di ogni preoccupazione estetica o morale". Questa definizione potrebbe adattarsi quasi perfettamente alla stessa scrittura automatica. Ciò che viene prodotto durante la scrittura automatica, quindi, non ci fornisce informazioni provenienti dall'aldilà , ma semplicemente messaggi del nostro inconscio. Diversi psicoterapeuti utilizzano infatti questa tecnica per scoprire aspetti nascosti della personalità  dei pazienti.


Sperando esserLe stato utile, Le invio i miei più cordiali saluti.


Silvano Fuso