Le assurdità  dell'urinoterapia

Consultate il sito http://www.ransports.it/salute/rinoterapia.html troverete una miniera di idiozie sparse generosamente in un documento al tempo stesso ilare e tragico. Alcuni passi meritano una citazione a parte :

  1. L'urina contiene il meglio del nostro laboratorio Naturale e cioè: anticorpi, antiossidanti, antibiotici naturali, amminoacidi, enzimi... minerali, vitamine, proteine, ormoni, ecc., tutti in forma colloidale, in acqua dinamizzata (il 96% della sostanza è acqua), tutte sostanze biologiche e attive e tutti questi prodotti sono PERSONALIZZATI cioè magnetizzati dal nostro proprio Campo Psico Elettro-Magnetico Informato (CEI).
  2. Ricordiamo che la Luce Formata, (le frequenze modulate ricevute o create dall'essere) si memorizza nei corpi viventi, nel substrato che ha alla base la "terra" fisiologica, cioè e sopra tutto nei metalli amorfi a base di minerali rari.
  3. Ricerche mediche effettuate nei paesi piu avanzati (Giappone e U.S.A.) hanno rivelato la presenza di sostanze importantissime per la cura di molte malattie inguaribili come cirrosi, problemi cardiocircolatori, cancro , aids.
  4. "Pisciare sulle ferite" o sulle bruciature è una pratica ancora nota che funziona perfettamente, perché l'Orina è asettica e nutre le cellule traumatizzate, cicatrizzando le ferite in modo naturale; non usate MAI l' alcool.
  5. Noi siamo concepiti e cresciamo nella Placenta, immersi nel liquido amniotico, che di fatto è principalmente Orina!
  6. Le case farmaceutiche e quelle di prodotti di bellezza estraggono "estratti biologici" venduti poi a caro prezzo; essi ritirano l'orina dagli ospedali, caserme... questi prodotti garantiscono la salute delle società o industrie e assicurano... l'intossicazione di coloro che li usano... basta bere e fare frizioni quotidiane della vostra orina sulla pelle dopo averla orticata con un guanto di corda, per ottenere una bella pelle vellutata ed elastica.
  7. NON esiste malattia che non regredisca o non guarisca usando l'orina; essa serve per ogni tipo di disturbo: Spirituale, Emotivo, Mentale o Fisico.


Questa asserzione contraddice se stessa: chi l'ha scritta non ha il senso del ridicolo e non lo ha recuperato bevendo urine.
Come si legge nel sito il mito delle virtù curative delle urine è antichissimo e infatti appare anche in Catullo. Il farmacista di Cicerone alleviava il mal di denti con un decotto di bacche di mirto in urine di vergine; a me già la sola lettura della ricetta tolse l'appetito e mi aiutò a mantenere il peso forma, un risultato di per sé positivo. Di quell'epoca l'Urinoterapia tramanda ancora il mito assurdo della panacea.
Non so quanta presa abbiano sul pubblico le medicine alternative, esse coprono uno spettro eterogeneo di pratiche aberranti che sfuggono al controllo medico e su cui circolano leggende metropolitane ma non dati statistici. L'omeopatia sembra innocua e al più un invito a bere acqua fresca o ingerire pillole senza arte né parte. In realtà molte persone che soffrono di malattie gravi ma guaribili si curano con dei placebo e perdono tempo prezioso. Di certo la medicina ufficiale guarda da un'altra parte e perde terreno: la sola cura Di Bella ha fatto perdere all'erario circa 250 miliardi di lire, una cifra superiore a quella annua investita nella ricerca sul cancro. In parte il fenomeno è dovuto alla spregiudicata condotta di gara di ciarlatani senza scrupoli e di mistici fondamentalisti ma pesanti responsabilità ricadono anche sulla malsanità e sul rapporto medico-paziente o più precisamente sul rapporto medico-parcella-paziente.

Tullio Regge
Fisico, Politecnico di Torino
Garante Scientifico CICAP

Per gentile concessione: Le Scienze (10.1999)