Che cosa si intende per post-monizione?

Secondo i sostenitori del paranormale, la mente umana avrebbe la capacità di conoscere in anticipo avvenimenti che si verificheranno in un futuro più o meno remoto. Questa facoltà di premonizione, che si dice sia latente in ogni individuo, si manifesterebbe però molto di rado e solo in particolari circostanze, mentre certi soggetti particolarmente dotati la sperimenterebbero invece con maggior frequenza.

A rigor di logica, conoscere il futuro non è necessariamente indice di facoltà paranormali. Si conoscono infatti molte leggi di natura che governano il mondo fisico, con le quali è possibile formulare previsioni molto precise riguardo a come una data situazione evolverà in un tempo successivo, purché siano note con altrettanta precisione le condizioni di partenza. Sappiamo ad esempio prevedere esattamente dove si troverà la Luna a un dato giorno e ad una data ora, perché conosciamo molto bene le leggi che regolano il moto dei corpi celesti. Oppure, più prosaicamente, possiamo sapere in anticipo dopo quanto tempo una dose di pastasciutta sarà cotta a dovere, perché ponendosi nelle stesse condizioni il processo di cottura si ripeterà sempre nello stesso modo.

Una vera premonizione, invece, dovrebbe avvenire senza che il soggetto sia a conoscenza di elementi utili per formulare una previsione. Nonostante l'anedottica sul paranormale riporti molti episodi di questo tipo, nei casi in cui è stato possibile effettuare un controllo rigoroso si è scoperto che quanto era stato previsto non era poi accaduto; oppure che la "previsione" era vaga al punto da non specificare in modo univoco ciò che sarebbe dovuto accadere, lasciano il campo aperto a molte e diverse interpretazioni. In altri casi il fatto predetto si era realmente verificato, ma il soggetto era a conoscenza di indizi sufficienti per preannunciare cosa sarebbe accaduto anche senza ricorrere ad alcun potere paranormale. O ancora, la previsione era stata formulata addirittura dopo che il fatto era già accaduto, operando però in modo da indurre a credere che fosse accaduto esattamente il contrario.

Questa circostanza - una previsione formulata a posteriori - viene talvolta indicata con il termine di post-monizione, cioè "conoscenza del passato", per porre ironicamente in risalto la non-anormalità di una tale situazione. Nonostante ciò, qualche autore indica invece con questo termine la capacità di conoscere sì il passato, ma sfruttando una presunta capacità paranormale. Una strana facoltà che, anche in questo caso, resta però completamente da dimostrare.

 

Marco Morocutti

Progettista elettronico

Sperimentazioni CICAP