Tanti auguri Piero!

img
BUON COMPLEANNO PIERO!


Compie oggi 90 anni Piero Angela, nato a Torino il 22 dicembre 1928.

Piero Angela ha scoperto l’amore per la musica a sette anni, iniziando a studiare pianoforte, mentre quello per la razionalità gli è stato trasmesso da suo padre, il medico antifascista Carlo Angela, che nel 2001 fu insignito della medaglia postuma dei "Giusti tra le nazioni" per aver aiutato molti ebrei durante la Shoah, a rischio della propria vita.

A fine anni Quaranta Piero suona il pianoforte nei jazz club torinesi con il nome "Peter Angela". Forma con il batterista Franco Mondini un trio jazz in cui si alternano vari contrabbassisti e spesso solisti famosi come Nini Rosso, Nunzio Rotondo e Rex Stewart.

Nel 1951 entra in Rai per dedicarsi al giornalismo: prima cronista del Giornale Radio, poi corrispondente del Telegiornale, prima da Parigi, poi da Bruxelles. Con Andrea Barbato conduce la prima edizione del Telegiornale delle 13:30 e nel 1976 è il primo conduttore del TG2.

Nel 1962 nasce il figlio Alberto che seguirà le sue orme e diventerà a sua volta una leggenda della divulgazione scientifica.

Nel 1968 Piero Angela gira una serie di documentari, dal titolo «Il futuro nello spazio», dedicati al progetto «Apollo» che avrebbe portato i primi astronauti sulla Luna, i primi di una serie di programmi di divulgazione scientifica: "Destinazione uomo" del 1971, "Da zero a tre anni" del 1972, "Dove va il mondo" del 1973, "Nel buio degli anni luce" del 1976, "La macchina della vita" del 1977, "Indagine sulla parapsicologia" del 1978 e "Nel cosmo" del 1980, tutti accomunati dalla sigla, la famosissima "Aria sulla quarta corda" di Johann Sebastian Bach, nell'esecuzione del gruppo vocale The Swingle Singers. L’Aria sulla quarta corda diventerà anche la sigla di "Quark", la prima trasmissione televisiva di divulgazione scientifica rivolta al pubblico generalista, nata nel 1981 e fin da subito coronata da grande successo.

Nel 1978 Piero Angela pubblica "Viaggio nel mondo del paranormale", il libro che mostra al grande pubblico l'infondatezza dei fenomeni paranormali e in particolare delle percezioni extrasensoriali molto di moda in quel periodo e che da allora formerà diverse generazioni di scettici.

Crea poi tre serie televisive molto innovative: "La macchina meravigliosa", "Il pianeta dei dinosauri", "Viaggio nel cosmo". Le serie sono realizzate con Alberto Angela e vengono girate anche in inglese: verranno poi esportate in oltre 40 paesi, compresi i paesi arabi e la Cina.

Nel 1989 è tra i fondatori del CICAP (di cui diventerà nel 2016 presidente onorario), insieme a grandi scienziati oggi scomparsi come Margherita Hack e Tullio Regge e personalità che ancora oggi sono colonne dell’associazione come Sergio Della Sala, Lorenzo Montali e Massimo Polidoro.

Nel 1995 lancia "Superquark" e gli "Speciali di Superquark", serate monotematiche su argomenti di interesse sociale, psicologico e scientifico.

Nel 2000 viene citato in tribunale per diffamazione da due associazioni omeopatiche; sarà assolto in entrambe le cause e il giudice riconoscerà la non scientificità dell'omeopatia.

Nel 2006, alla vigilia delle elezioni politiche, il Corriere della Sera chiede con un sondaggio ai lettori quale personalità del giornalismo vorrebbero per moderare un dibattito televisivo tra i due candidati premier, Romano Prodi e Silvio Berlusconi. Piero Angela prevale nettamente davanti a molti giornalisti politici. Il dibattito sarà poi moderato da Clemente Mimun e Bruno Vespa.

Nel 2018 Piero Angela pubblica con il CICAP, a quarant'anni dalla prima uscita, la nuova edizione di “Viaggio nel mondo del paranormale ”, aggiornata e arricchita di nuovi materiali tra cui un saggio storico sulla ricezione del programma televisivo e del libro nel 1978.