Si può dire "vita privata"?

Tanti anni di attività nel CICAP mi hanno fatto capire che una caratteristica comune a molti cicappini è la riservatezza. Inoltre, come emerge dalle interviste ai coordinatori dei gruppi locali pubblicate in Query 37, i nostri soci sono spesso persone ricche di interessi e curiosità, con cui è difficile annoiarsi. Per questi motivi si tende a parlare di scienze, di storia, di tematiche associative, insomma degli argomenti più disparati... ma non di vita privata. Così può capitare di conoscere qualcuno da mesi, anni, a volte lustri o addirittura decenni, senza sapere con chi vive, qual è la sua storia personale, se ha famiglia o che lavoro fa. Naturalmente non è sempre così, e in particolare nei gruppi locali, dove ci si incontra più spesso ed è comune trovarsi in birreria o per una pizza, possono svilupparsi anche rapporti personali profondi, basati sulla condivisione di valori e di esperienze e su interessi comuni. A volte nascono addirittura delle coppie: ebbene sì, senza volerli elencare, ci sono casi in cui galeotto fu il CICAP! Sono molte inoltre le persone che si avvicinano alla nostra vita associativa insieme al loro partner: partecipando entrambi come volontari trovano un’ulteriore dimensione in comune. Su scala nazionale convivono pertanto fianco a fianco realtà quasi opposte: lupi solitari, amici e semisconosciuti, coppie e relazioni puramente epistolari o intellettuali. Le domande per ciascuno di noi sono: stiamo bene nella dimensione che ci siamo costruiti o vorremmo qualcosa di diverso? Conoscersi meglio potrebbe favorire la comprensione reciproca e la collaborazione? Quanto conta per noi e per gli altri il coinvolgimento personale? Se non ci abbiamo mai pensato, questi potrebbero essere argomenti su cui riflettere. A volte i nostri compagni di avventura desiderano privacy assoluta, altre volte sono aperti a nuove amicizie o le stanno cercando, ed esistono molte sfumature intermedie: avvicinarsi con rispetto e attenzione può permettere di capirsi e di trovare, in ogni caso, un terreno comune.

Eventi locali


Friuli Venezia Giulia


Il 12 aprile a Trieste, presso l’Università della Terza Età, è stata presentata la conferenza-spettacolo “Mystero: atto unico”, con l’illusionista Step. Il 18 aprile Giuliano Bettella ha partecipato a un talk show organizzato dall’Università delle LiberEtà Auser e condotto dal giornalista Biagio Mannino, sul fenomeno della disinformazione. L’11 maggio Aldo Vesnaver ha tenuto la conferenza “Petrolio e puzza di zolfo” a Monfalcone (GO). Nello stesso comune l’8 giugno si è svolta la conferenza di Enrico Gazzola: “Cos’è la fisica?”.

FVG - Pordenone


Sabato 4 maggio sera, presso l’auditorium Diemoz di Porcia (PN), Claudio Bortolin ha presentato la conferenza “Il CERN: alla scoperta dei segreti dell’universo”.

Lazio


Domenica 12 Maggio a Roma il gruppo locale ha presentato la Razionale Alcoolica “Pianeta Antartide – Come si vive e lavora in un ambiente alieno” con Mario Giorgioni, presso il Lochness Pub. Nello stesso luogo, il 7 luglio, l’incontro “Inside Sci-Fi: La Fisica del Fantastico” con Marco Casolino.

Liguria


A Genova, presso il “Circolo Zenzero", Silvano Fuso ha presentato il suo libro Strafalcioni da Nobel, con l’introduzione di Carlo Pronzato del Centro di documentazione Logos.

Lombardia


Il 13 maggio Marco Nava ha presentato la conferenza “Bufale un quanto al chilo” presso la Biblioteca Vittorio Sereni di Melzo (MI). Il 22 maggio si è replicata la Razionale Alcoolica “Nella mente del serial killer” con Marianna Cuccuru presso La Frottola di Vigevano (PV) dove il 19 giugno si è tenuto anche “La storia del cibo” con Stefano Papi e il 17 luglio “Il mistero del passaggio a Nord-Ovest” con Gaia Canal. A Milano il 30 maggio Roberta Villa ha tenuto la conferenza “Vaccini: a mali estremi, estremi rimedi?” presso l’Osteria dell’Utopia, dove inoltre il 27 giugno Luca Perri ha presentato “Astrobufale” e il 18 luglio Stefano Bertacchi ha parlato di “Un mare di plastica”. Il 5 giugno Massimo Polidoro ha presentato “Leonardo: genio ribelle a Milano” presso l’Ostello Bello Milan Hostel.

Marche


Sabato 4 maggio Sandro Ciarlariello ha presentato la conferenza “L’universo oscuro - viaggio nei misteri dell’astronomia”, presso l’Istituto Campana di Osimo (AN). L’evento è stato organizzato da alcuni soci locali col patrocinio del CICAP e in collaborazione con CICAP Emilia-Romagna, Quantizzando, l’Istituto Campana e l’Unitre di Osimo.

Piemonte


Dal 9 al 13 maggio il gruppo Piemonte ha curato la presenza del CICAP al Salone Internazionale del Libro di Torino.

Il 29 maggio a Torino si è svolta la Razionale Alcoolica “Materia o anti-materia: oscure ricerche al CERN” con Chiara Oppedisano presso il Connery pub. Giuseppe Stilo ha tenuto la conferenza “Esistono i dischi volanti?” il 30 maggio presso la Proloco di San Carlo Canavese, e la Razionale Alcooolica su “UFO e Cinema” il 19 giugno. Dal 31 maggio al 2 giugno si è svolta la XXII Festa dell’acqua, dell’ambiente e della solidarietà a Novi Ligure (AL), con la collaborazione del socio locale Claudio Casonato e del gruppo Piemonte. Il 22 giugno torna il Tour dedicato a “Torino mysteriosa”. Il CICAP Piemonte partecipa al “New Fake - Festival del Falso e dell’inganno” presso il Castello di Verrone, sede del Falseum, Museo del Falso e dell’inganno: il 21 giugno con “The dark side of the moon. Un viaggio tra le bufale e i falsi miti astronomici e spaziali” di Luca Antonelli e Guido Bertolino, e il 22 giugno con “Old fake e documenti falsi” di Elisa Tealdi.

Per l’estate 2019 torna il ciclo di conferenze “Mysteri al Mausoleo”, alla 13a edizione, organizzato dal gruppo locale col patrocinio delle Biblioteche Civiche Torinesi.
  • 14 giugno: “Sindone: storia e leggende di una reliquia controversa” di Andrea Nicolotti
  • 5 luglio: “Agricoltura convenzionale, biologica e biodinamica” di Irene Goia
  • 12 luglio: “I cambiamenti climatici: evidenza scientifica e negazionismo” di Elisa Palazzi
  • 26 luglio: “La società della pseudoscienza” di Giuseppe Tipaldo
  • 6 settembre: “Bufale tecnologiche” di Laura Fenoglio.

Piemonte - Cuneo


Il 28 giugno sera presso “La chiocciola degli Angeli” a Cuneo, la Razionale Alcoolica "Erbe e farmaci" con Maria Maddalena Ferrero.

Puglia


Sabato 11 maggio, presso il Liceo scientifico “Giulietta Banzi Bazoli” di Lecce, Anna Rita Longo ha incontrato gli studenti e gli ex studenti avviati all'attività di ricerca per presentare il nuovo volume della rivista Scuola e ricerca e parlare delle nuove frontiere della ricerca scientifica. Il 24 giugno ha inoltre partecipato, a Bari, all'evento "Orgoglio e pregiudizi", nell'ambito del Bari Pride 2019, con una conferenza sulla parità di genere e la lotta ai pregiudizi e alle affermazioni pseudoscientifiche al riguardo.

Toscana


Dopo l’estate è prevista a Firenze l’assemblea annuale del gruppo locale, per parlare dei programmi futuri e per presentare il gruppo stesso a soci e simpatizzanti. Interverranno in particolare Marco Ciardi, come presidente, e Andrea Sabbatini, coordinatore del gruppo.

Valle d'Aosta


Il 10 maggio sera Marco Nava ha presentato “Bufale un quanto al chilo”, presso il Centro congressi comunale di Saint-Vincent (AO).

In collaborazione con il CICAP, da lunedì 8 a venerdì 12 luglio 2019 la Fondazione Clément Fillietroz-ONLUS presenta la 16a edizione della Scuola estiva di astronomia a Saint-Barthélemy dal titolo “«Che fai tu, luna, in ciel?» 50 anni della missione apollo 11”. L’iniziativa è rivolta principalmente agli insegnanti e agli astrofili, ma è aperta a tutte le persone interessate ad approfondire le proprie conoscenze in ambito astronomico. L’iscrizione è possibile fino al 28 giugno e prevede il riconoscimento di crediti formativi per i docenti.

Veneto


Il 22 maggio a Rovigo il gruppo Veneto e il gruppo Emilia Romagna hanno presentato l’incontro “Scettici al pub” dal titolo “Misteri di pietra” con Veronica Padovani.

A Padova si è svolto il ciclo di 4 appuntamenti serali “Aspettando il CICAP Fest 2019”, presso Palazzo Moroni e il Centro Culturale San Gaetano. Gli incontri sono stati:
  • 6 maggio: “Scie chimiche e altre bufale: come difendersi dalle fake news” con David Puente.
  • 7 maggio: “Dalla Luna di Leopardi alla vita nel cosmo” con Roberto Vanzetto.
  • 8 maggio: “Luna? Sì, ci siamo andati!” con Paolo Attivissimo.
  • 10 maggio: “Leonardo da Vinci: discepolo dell’esperienza” con Massimo Polidoro.
  • Il 18 giugno Manuela Travaglio ha presentato a Padova la conferenza “‘O Famo Strano?! Esiste un modo “naturale” per fare sesso?” in collaborazione con UAAR locale mentre il 26 giugno si è svolto a Verona l’incontro “Scettici al pub: I segreti dei Neanderthal” con Giorgia Modenini. A Chioggia il 21 giugno inizia un ciclo di conferenze organizzate dal Centro di Educazione Ambientale del Comune di Chioggia in collaborazione con Cicap Veneto, con un intervento di Massimo Albertin, su “Medicina naturale”. A seguire il 4 luglio “Cibo contro natura" con Andrea Mantoan e il 19 luglio “Chi ha paura della chimica?” con Luigi Garlaschelli.


image

SICILIA


GIGI CAPELLO, COORDINATORE CICAP SICILIA DAL 2013

Formazione Laurea in Fisica e dottorato in Fisica delle particelle elementari.
Di cosa ti occupi? Lavoro nella ricerca di base: segnali di Fisica oltre il Modello Standard, sviluppo di sensori e amenità simili...
Quando sei diventato socio CICAP? Cosa ti ha spinto a diventare attivo? Ho deciso di aderire quando ho scoperto che esisteva un gruppo anche in Sicilia: ho pensato che essere parte attiva di quel gruppo potesse essere il modo più divertente e formativo di vivere la mia passione per il pensiero scientifico al di fuori del lavoro. Quanto al diventare coordinatore, mi hanno semplicemente incastrato (per fortuna...)
Qual è l'attività CICAP che preferisci? Le indagini, in particolare quelle relative a fotografie “misteriose”, ma ho anche fatto parte del primo nucleo di “Chiedi le prove”: un’attività di immensa utilità sociale.
Come descriveresti il tuo gruppo locale? Siamo un gruppo piccino sparso nella regione più grande d’Italia (alcuni anche all’estero). Non sempre è facile organizzarci ma c’è una grandissima intesa fra i soci attivi, un feeling “magico” (si può dire su Query?)
Progetti in cantiere? Una mostra interattiva sul paranormale fotografico, che spero possa concretizzarsi presto.
Qual è il tuo aspetto preferito dello stare nel CICAP? C’è una splendida rete fra gruppi che si scambiano idee, opinioni e soluzioni. I soci possono scegliere di aderire anche ai gruppi tematici, assecondando i propri interessi e scoprendone di nuovi.
Qual è la cosa meno CICAP che fai? Mi piace collezionare aeroporti e mettere puntine sulle mappe. Sono un instancabile camminatore e il mio ginocchio destro mi odia per questo.
Cosa hai imparato dalla tua esperienza come coordinatore? La sottile arte di riuscire ad incanalare l’entusiasmo dei soci.


GAS 2019
La Giornata AntiSuperstizione compie 10 anni


Anche quest’anno è tornata la Giornata AntiSuperstizione, l’iniziativa lanciata per la prima volta dal CICAP nel 2009 per trattare in modo leggero e divertente di credenze che possono avere invece risvolti anche drammatici: le superstizioni.

Venerdì 17 maggio i gruppi locali del CICAP sono scesi in piazza per sensibilizzare su questo argomento e invitare le persone a mettersi in gioco.

«Fin dall’inizio abbiamo voluto organizzare soprattutto eventi in piazza, rivolti al pubblico in modo insolito e informale» racconta Marta Annunziata, coordinatrice dei gruppi locali CICAP. «Grazie ai soci locali quest’anno siamo stati presenti in nove regioni, con eventi tutti a ingresso libero e gratuito».

BARI - Presso il pub “Taverna del Maltese” di Bari, si è svolto un evento di intrattenimento culturale a tutto tondo, con prove da superare per superstiziosi e uno spettacolo di illusionismo a cura di Gabriele Vozza; si è parlato inoltre di psicologia della superstizione, tarocchi, oroscopi e dell’affascinante fenomeno della cold reading.
CAGLIARI - Grazie a un gruppo di soci locali, a Cagliari presso il Caffè Savoia è stato accessibile un piccolo percorso a ostacoli per superstiziosi, con il rilascio di un attestato per chi lo completava, e il racconto di alcuni aneddoti sulle superstizioni nel mondo del lavoro.
CHIETI - Presso l’auditorium del Museo Universitario di Chieti si è svolto un confronto tra scienza e “magia”, con protagonisti lo psicologo e docente universitario Aristide Saggino e il mentalista Luca Menichelli. A fare da arbitro è stato il giornalista Luciano Di Tizio, mentre il criminologo Francesco Ruggirello ha parlato di superstizioni con qualche goliardico esempio concreto. All’iniziativa del gruppo locale hanno collaborato WWF, Museo universitario, Lions Club Chieti Host e Liceo Masci.
MESTRE (VE) - Il gruppo locale Veneto ha allestito e animato un gazebo con prove e giochi per scettici e superstiziosi in Piazzetta Matter, a Mestre (VE).
MILANO - Passanti e curiosi hanno potuto cimentarsi con giochi e prove per superstiziosi predisposti a Milano dal gruppo locale Lombardia in Piazza Oberdan.
ROMA - Dal 13 al 17 maggio è stato possibile postare sulla pagina Facebook del CICAP Lazio una foto in atteggiamento antisuperstizione. La migliore è stata pubblicata sul sito del gruppo Lazio.
POZZUOLI (NA) - Grazie a un gruppo di soci campani, a Pozzuoli, in provincia di Napoli, è stato possibile ottenere l’attestato di AntiSuperstizioso sfidando la sfortuna in una serie di prove presso il pub “The Sign - SteamPunk GastroPub”.
SPOTORNO (SV) - Dalle ore 17:17 alla Casa del Turismo di Spotorno il divulgatore scientifico Silvano Fuso ha illustrato l’origine e il significato delle più comuni superstizioni: sono seguite prove pratiche per sfidare queste credenze e conquistare l’attestato di non superstizioso.
TORINO - Nel centro storico, in via Pietro Micca, dalle ore 17,17 è stato aperto ai curiosi un vero e proprio “percorso a ostacoli per superstiziosi” a cura del gruppo locale Piemonte.
TRIESTE - A Trieste, il fisico Stefano Polvi ha tenuto la conferenza: “Quando la superstizione dà i numeri”, presso la sede dell’Università delle LiberEtà Auser.