La statuta piange... ma e' quella di Elvis!

Era solo questione di tempo. Si sa che per molti americani, il cantante Elvis Presley è diventato dopo morto una sorta di santo. Sono nate addirittura delle vere e proprie chiese volte al culto di "Elvis the pelvis", senza parlare dei continui avvistamenti di coloro che ritengono di incontrarlo ancora oggi, vivo e vegeto.

image

La cosa più sorprendente, però, è che il primo miracolo" di Elvis non si è verificato in America ma in Olanda, nella piccola città di Deume. All'avvicinarsi del ventennale della morte del cantante, il 46enne Toon Nieuwenhuisen, ha dichiarato che la sua statua di Elvis Presley ha cominciato a piangere "lacrime di gioia". Nieuwenhuisen, che di professione fa l'imitatore di Elvis, sostiene non solo di essere in contatto medianico giornaliero con il suo idolo, ma di essere posseduto da lui ogni volta che sale su un palcoscenico.