I vincitori del premio CICAP 2019

img
Che cos’è il CICAP? Tra le tante risposte che è possibile dare a questa domanda, non possiamo trascurare quella che forse lo descrive meglio: il CICAP è i suoi volontari. Il Comitato si identifica, infatti, con l’impegno e la dedizione delle tante persone che ogni giorno scelgono di sacrificare una parte, spesso importante, del proprio tempo per metterlo al servizio delle finalità dell’associazione. Perché lo fanno? Se si pone questa domanda a un volontario del CICAP, è facile ricevere una risposta che è una variazione sul tema di: «perché credo nei valori che il CICAP porta avanti e penso che sia importante far sì che tutti possano conoscerli e, magari, prendere parte al suo impegno».
Il CICAP, quindi, di fatto non esisterebbe senza chi vi si dedica senza aspettarsi nulla in cambio se non la soddisfazione di operare per un ideale in cui si riconosce. A queste persone va tutta la gratitudine del Comitato che, durante il CICAP Fest, ha deciso a partire dal 2018 di premiarne alcune che si sono particolarmente distinte nel corso dell’anno.

Nella Sala dei Giganti di Palazzo Liviano il nostro presidente Sergio Della Sala ha consegnato il premio a questi volontari:
  • Silvano Cavallina, come socio attivo dell’anno;
  • Stefano Ruia, in rappresentanza di tutto il gruppo Lazio, come gruppo locale dell’anno;
  • Matteo Granziero, per l’impegno nel tempo;
  • Rodolfo Rolando, per il contributo divulgativo;
  • Andrea Berti, in rappresentanza di tutto il gruppo indagini, per l’attività innovativa;
  • Paolo Filippi, come socio eroico.

In aggiunta, Sergio Della Sala ha conferito un attestato a Isabella Marchiori in ricordo dell’operato del marito Massimo Liberti, recentemente scomparso tragicamente.

Grazie da parte del CICAP e, ne siamo certi, anche da chi segue le attività del Comitato!