Dracula redivivo

La notizia è certa o quasi. In Romania sta per risorgere il Conte Dracula, in carne ed ossa. L'hanno pubblicato tutti i quotidiani italiani dei 9 giugno, informati da un comunicato dell'ANSA. Sembra dunque, stando alle informazioni giornalistiche, che proprio quest'anno si celebrerà il fatidico centenario

della morte del rinomato Conte, il Vampiro per eccellenza. E stando al romanzo scritto nel 1887 dall'inglese Bran Stoker, questo anniversario coinciderà con il risveglio del nobile transilvano, che tutti ora aspettano di vedere uscire dalla tomba in cui riposa... A Bastrida. località rumena in cui si trova il castello indicato come la dimora a vita dei principi Vlad (da cui discende il sanguinano conte), c'è già che trema e chi invece attende con ansia l'evento. I terronizzati sono ovviamente coloro che credono realmente nel ritorno di Vlad l'Impalatore, l'eroe nazionale del XV secolo passato alla storia per la ferocia con la quale torturò fino alla morte i prigionieri turchi catturati dopo una vittoriosa battaglia contro l'esercito ottomano, e che ha poi, a quattro secoli di distanza, ispirato il personaggio del Conte Dracula allo scrittore inglese. Il quale, in realta. fece un po' di confusione, attribuendo a Vlad l'impalatore quello che era stato il soprannome di suo padre, chiamato, lui sì, "Dracula' (ovvero "demonio") per la sua particolare crudeltà. Ad attendere trepidanti che il vecchio Conte si ripresenti assetato di sangue più che mai, sono invece i membri dell' "Associazione transilvanica per Dracula", un ente nato nel '91 con lo scopo dichiarato di difendere la fama dei principi Vlad, ma con l'intento, neppure celato, di utilizzare a fini economici il tanto noto concittadino. All'imminente risveglio del Vampiro infatti, sarà collegato un imponente progetto di nilancio turistico della zona con l'invito a visitare le terre che furono del Conte, vedere il punto preciso in cui impalò migliaia di soldati turchi, e magari (perché no) assistere in diretta alla sua resurrezione. Crediamo che saranno in molti ad "abboccare", vuoi per curiosità, vuoi proprio per credulità, alle proposte delle due agenzie turistiche che hanno acquistato in esclusiva il marchio del vampiro. Insomma, che desidera un viaggio insolito, chi ricerca una vacanza alternativa, chi è alla ricerca di brividi ed emozioni, ora sa a chi rivolgersi: al "Dracula tour operator"...