Didattica a distanza: palliativo o opportunità

La pandemia da SARS-Cov-2 ha sconvolto svariati settori, causando numerose e profonde trasformazioni. Uno di quelli che ha subito fin dall'inizio le conseguenze più significative è stata la scuola. Il DPCM del 4 marzo 2020 ha sancito l'immediata sospensione delle attività didattiche in tutte le scuole di ogni ordine e grado del territorio nazionale, anche se alcune regioni avevano già anticipato la sospensione da alcune settimane. Decreti successivi hanno poi stabilito che la sospensione delle attività didattiche in presenza sarebbe perdurata per l'intero anno scolastico (e ancora molte incertezze restano sull'avvio del prossimo).

Per la scuola è stato un fulmine a ciel sereno: non si era mai verificata una situazione simile. Occorre dar merito al corpo docente che, ancora prima che giungessero indicazioni in tal senso da parte ministeriale, si è dato un gran da fare, spontaneamente e[...]

L'articolo completo, come alcuni di quelli pubblicati sugli ultimi 4 numeri di Query, è disponibile solo per gli abbonati. Se vuoi leggerlo per intero, puoi abbonarti a Query Se invece sei già abbonato, effettua il login.
Tutti gli altri articoli possono essere consultati qui . Grazie.