Rinvio a giudizio di Piero Angela: i commenti dal mondo della scienza sull'omeopatia

Molti sono stati i commenti espressi dalla comunità scientifica sull'omeopatia che era stata oggetto della trasmissione per la quale Piero Angela è stato rinviato a giudizio.
***
Ecco in proposito alcune delle dichiarazioni.
Rita Levi Montalcini: "Mi rallegro per questa eccellente trasmissione televisiva". Dopo aver detto di ritenere l'omeopatia "non una cura alternativa ma una non-cura", ha aggiunto: "il danno maggiore di questa cosiddetta terapia è quello di illudere i pazienti incoraggiandoli a ricorrere a una cura che non ha alcun fondamento scientifico".
Anche il Premio Nobel Renato Dulbecco ha avuto parole molto chiare per i prodotti omeopatici definendoli "pasticci senza valore alcuno". Sulla stessa linea critica si è dichiarato il professor Umberto Veronesi con una lettera inviata a Piero Angela.
I cinque membri della Sezione V del Consiglio Superiore di Sanità si sono congratulati con Piero Angela per la "obiettiva trasmissione sui rimedi omeopatici" aggiungendo di "ritenere importante che l'opinione pubblica sia correttamente informata sui danni che possono derivare con l'impiego di prodotti privi di documentazione scientifica".
Molto eloquente è anche la posizione espressa dalla Società Italiana di Immunologia (il campo d'azione dell'omeopatia), il cui Presidente professor Alberto Mantovani ha dichiarato: "I rimedi omeopatici non hanno dimostrato alcuna attività sul sistema immune in condizioni controllate. Si tratta quindi di una pratica priva di fondamento scientifico, potenzialmente dannosa per i pazienti, in particolare quando si sostituisce a profilassi e terapie di provata efficacia. Plaudiamo quindi al servizio sull'omeopatia per la coraggiosa presa di posizione".
Un significativo plauso al servizio di SuperQuark è venuto anche da strutture universitarie e ospedaliere a diretto contatto con la realtà dei malati. Molto importante in proposito la posizione espressa dal grande complesso degli Ospedali Riuniti di Bergamo. Tutti i venti Primari hanno firmato una lettera in cui si complimentano con la RAI "per la trasmissione SuperQuark che ha offerto un reportage ampio, documentato e finalmente non ambiguo sull'omeopatia interpretando l'autentico spirito di servizio pubblico".
Anche il Ministro della Salute, il professor Girolamo Sirchia, di formazione immunologo, ha espresso recentemente il suo pensiero in un'intervista alla Stampa di Torino dicendo che i prodotti omeopatici "non vengono normalmente sottoposti a quei protocolli di validazione adottati per gli altri farmaci, come la sperimentazione 'in doppio ciecò. Di fronte a questa mancanza di dati è naturale che esistano dubbi legittimi sulla validità di questa cura e quindi non posso certo criticare coloro che non considerano questi composti come veri e propri farmaci".
"In conclusione" ha detto Piero Angela "ritenevo mio dovere, insieme a Giangi Poli, autore del programma, informare il pubblico sulla posizione della comunità scientifica nei confronti dell'omeopatia. Per questa ragione, e proprio per quello spirito di servizio pubblico che ha sempre contraddistinto la nostra trasmissione, siamo perfettamente a posto con la nostra coscienza e siamo anche certi che i magistrati confermeranno la correttezza del servizio andato in onda."

Per saperne di più: