Due scettiche tra i maghi

Cosa pensa uno scettico della magia? Tutto il bene possibile, se Ŕ quella onesta e meravigliosa dei prestigiatori... Il 19 novembre scorso questa magia Ŕ stata la protagonista di "Misdirection 2006", l'incontro annuale fra illusionisti organizzato dal Circolo degli Amici della Magia di Torino, giunto ormai al suo 35░ anno di attivitÓ. La manifestazione prevedeva una serie di conferenze e, parallelamente, una fiera in cui le diverse Case magiche esponevano e vendevano i loro prodotti: un infinito campionario di bastoni volanti, prodigiosi mazzi di carte, fiori con sorpresa e pubblicazioni di settore. Partecipava anche il CICAP: la nostra presenza rientrava nella tradizionale amicizia tra scettici e illusionisti piemontesi. I prestigiatori ci hanno spesso aiutati a scoprire trucchi che loro conoscono bene, ma che possono essere incomprensibili anche per gli scienziati: il caso di Gustavo Rol Ŕ solo uno dei tanti esempi che si potrebbero fare. Non solo: il contributo dei prestigiatori Ŕ legato anche alla loro conoscenza dei meccanismi teatrali e psicologici alla base della sorpresa e dello stupore.
Il banchetto del CICAP era presidiato dalla sottoscritta e da Loredana Barozzino: due cicappine del gruppo di Torino particolarmente affascinate dalla nobile arte dell'illusionismo, come dimostra l'entusiasmo con cui ci siamo offerte per questo impegno.
Per tutta la giornata qualche centinaio di prestigiatori di tutta Italia ha curiosato fra i banchetti: molti conoscevano giÓ il gruppo e ci hanno salutate con simpatia. Altri invece hanno avuto l'occasione di scoprire il CICAP per la prima volta e di apprezzarlo: tra questi l'ospite d'onore della giornata, l'artista e scrittore statunitense Mike Caveney.
Molti maghi hanno improvvisato qualche gioco per noi, divertendosi a lasciarci a bocca aperta: due vere babbane nel magico mondo di Harry Potter, o due Alice nel Paese delle Meraviglie. E da brave babbane ancora adesso ci chiediamo come abbiano potuto realizzare certi effetti...
Tuttavia eravamo lý per farci conoscere e per proporre i nostri libri, e siamo riuscite a non farci distrarre troppo. In particolare presentavamo due pubblicazioni del CICAP: la rivista Magia, a cui collaborano alcuni dei pi¨ grandi illusionisti italiani, e il libro di Martin Gardner Confessioni di un medium, che ha suscitato molto interesse.
Al nostro banchetto sono passati anche molti degli artisti che si sono poi esibiti nello spettacolo serale e alcune celebritÓ televisive: Alexander, Raul Cremona, il mago Forrest, la iena Marco Berry... tutti prontamente fotografati con il logo CICAP e Magia in mano (e, incidentalmente, con le valenti cicappine!)
Alla sera abbiamo assistito al GalÓ Magico: uno spettacolo fantastico, fra tortorelle che si materializzavano e poi sparivano nel nulla, bicchieri volanti (pieni e a testa in gi¨), gag comiche, giocoleria e trasformismi. Per finire, gli interventi commossi di Marco Aimone, Presidente del Circolo Amici della Magia, e del grande Silvan, presidente onorario.
╚ stata una bella giornata, molto proficua per noi e per il gruppo: abbiamo stretto contatti utili per future collaborazioni e abbiamo fatto conoscere l'azione del CICAP in un ambiente molto importante per noi. Si prospettano magie e sorrisi stupiti per tutti...