A Enrico Mentana il Premio “In difesa della ragione” del CICAP

Durante il CICAP-FEST, che si terrà a Cesena dal 29 settembre al 1º ottobre, verrà consegnato al giornalista Enrico Mentana, direttore del TG La7, il premio “In difesa della Ragione”, riconoscimento per chi si è distinto nella diffusione del pensiero critico e scientifico e nel contrastare ignoranza e superstizione. Durante il CICAP-FEST sarà inoltre attribuita la Bufala d’oro.***
Da alcuni anni il CICAP assegna il premio “In difesa della ragione” a chi si è distinto nella diffusione del pensiero critico e scientifico e nel contrastare ignoranza e superstizione. Quest’anno il riconoscimento verrà consegnato a Enrico Mentana, giornalista e direttore del TG La 7 e molto attivo sui social network nello stroncare teorie complottiste. «In genere, chi si spende a difesa delle evidenze scientifiche raramente riceve riconoscimenti» dice Massimo Polidoro, Segretario nazionale del CICAP. «Andare contro la “pancia” del pubblico, dire che certe presunte cure miracolose non funzionano e che invece i vaccini salvano vite umane può essere molto difficile per un personaggio pubblico. Ci si inimica facilmente una parte del pubblico. È più facile assecondare le credenze irrazionali, fingersi paladini dei deboli, alimentando così truffe e pseudoscienza. Enrico Mentana, con il suo lavoro quotidiano, ha scelto di stare dalla parte della razionalità e della scienza e per questo il CICAP ha deciso di premiarlo».
Il premio sarà consegnato, durante il CICAP-FEST che si terrà a Cesena da venerdì 29 settembre, domenica 1º ottobre alle 11.30 al Teatro Bonci. Proprio domenica, alle 11.30 Enrico Mentana terrà una conferenza dal titolo: “L’uso del verosimile come arma impropria”. Tra i vincitori delle precedenti edizioni del premio, anche il mago Silvan, nemico di ciarlatani dell’occulto e guaritori, che sarà anche lui ospite del CICAP-FEST con uno straordinario spettacolo, “La grande magia”, in programma per sabato sera.
Nella giornata di domenica saranno consegnati altri due riconoscimenti.
Il primo è il premio satirico “Bufala d’oro” che il CICAP aveva introdotto nel 1994 ma che da diversi anni non veniva più assegnato. «Vista l'incredibile diffusione di fake-news, abbiamo pensato che fosse il caso di recuperarlo» spiega Massimo Polidoro. Il premio per la più strampalata, falsa, assurda o pericolosa tra le idee pseudoscientifiche (italiane) dell'ultimo anno sarà consegnato dal giornalista Paolo Attivissimo e dai debunker Michelangelo Coltelli (BUTAC) e David Puente domenica 1º ottobre alle 14.
Subito dopo, sarà il momento della premiazione del concorso “Fake” dedicato ai "falsi paranormali". «Con questo concorso, che invita i partecipanti a realizzare una falsa fotografia o un filmato che sembrano documentare un fenomeno paranormale o comunque impossibile» spiega Polidoro, «il CICAP vuole mostrare quanto facilmente sia possibile realizzare “prove” (dichiaratamente false) di complotti indistinguibili da quelli che si presumono “autentici”. Crediamo infatti che anche attraverso l’ironia e il sorriso sia possibile stimolare il senso critico del pubblico e questa, come altre iniziative a sorpresa nel corso del CICAP-FEST, ne sono una dimostrazione». Il programma completo del CICAP-FEST, con conferenze, mostre, laboratori e altro ancora, è online sul sito cicapfest.it.
Che cos’è il CICAP
Il CICAP, Comitato italiano per il controllo delle affermazioni sulle pseudoscienze, è un’organizzazione educativa e senza fini di lucro, nata nel 1989 per iniziativa di Piero Angela e di un gruppo di scienziati e personalità del mondo della cultura che comprendeva tra gli altri Umberto Eco, Margherita Hack, Edoardo Amaldi e Umberto Veronesi, oltre ai premi Nobel Daniel Bovet, Carlo Rubbia e Rita Levi Montalcini. Il suo sito è www.cicap.org.