L'alba di un nuovo gruppo locale

img
L'incontro di Marta Annunziata e Andrea Ferrero coi soci marchigiani e umbri.
Quando un socio esprime il desiderio di contribuire alle attività dei gruppi locali del CICAP spesso non sa cosa aspettarsi, cosa può fare e cosa no, e come iniziare. Avvicinandosi a un gruppo locale e frequentandolo riceverà tutte le informazioni, ma quando in un’area geografica un gruppo non esiste ancora e si tratta di crearlo tutto diventa più difficile. Per questo motivo la prassi che abbiamo adottato negli ultimi anni è quella di tenere degli incontri con chi desidera creare un nuovo gruppo locale, per presentarci direttamente, fornire informazioni e rendere più realistiche le aspettative: tutto questo ben prima di arrivare alla costituzione ufficiale! Per i presenti disponibili, il passaggio successivo sarà infatti mettersi alla prova come squadra, e soltanto se dopo questa fase di rodaggio ci saranno almeno cinque soci disponibili si potrà fondare un gruppo con attività regolare e autonoma. In caso contrario, tutti i soci partecipanti avranno comunque ricevuto un orientamento per poter organizzare localmente singole iniziative a marchio CICAP (dopo aver ricevuto il via libera della commissione patrocini) e saranno entrati in contatto con altri soci a livello locale e nazionale.

Sabato 2 dicembre Andrea Ferrero (come coordinatore nazionale e responsabile della formazione) e la sottoscritta (come coordinatrice dei gruppi locali) hanno tenuto un incontro di formazione di questo tipo rivolto ai soci di Marche e Umbria a Osimo (AN). L’incontro è stato possibile grazie all’organizzazione di un socio locale, Luca Pellegrini, e alla gentile ospitalità da parte della locale UniTre (Università della Terza Età): li ringraziamo entrambi. Hanno partecipato circa 15 soci, provenienti da tutte le province marchigiane e anche dall’Umbria, e la riunione si è conclusa con un’allegra cena in pizzeria. Speriamo nei prossimi mesi di darvi aggiornamenti circa le loro iniziative!

Che cosa si dice in un incontro di questo tipo? Si racconta non solo che cos’è il CICAP e come è nato, ma anche come è cambiato nel tempo, quali sono i suoi obiettivi e i limiti del mandato. Inoltre ricordiamo che per scelta ci rivolgiamo a coloro che cercano informazioni corrette e vogliono capire di più su specifici argomenti: non combattiamo crociate contro chi la pensa diversamente e non ci illudiamo di “convincere” chi non vuole ascoltare. Il nostro obiettivo inoltre non è semplicemente “smascherare le bufale”, ma anche spiegare dei concetti scientifici e soprattutto raccontare come funziona la scienza, quale sia il suo metodo. Dal punto di vista più pratico, ricordiamo ai soci che vogliono essere attivi che per essere rigorosi non si può fare i tuttologi: vanno rispettate le competenze specifiche, soprattutto quando si esce dall’ambito del paranormale e si tratta invece di discipline studiate a livello accademico. Questo significa, per esempio, coinvolgere negli incontri pubblici relatori titolati a parlare della materia. Chiarire tutti questi aspetti dal principio evita di affrontare situazioni spiacevoli più avanti. Nei gruppi bisogna aspettarsi di incontrare persone con competenze e caratteri diversi dai nostri e nell’ambito di una collaborazione questa è una ricchezza e un’occasione unica per imparare, sia dal punto di vista intellettuale sia sociale (vedi Query 29). Sicuramente è indispensabile rispettare le regole della civile convivenza (vedi Query 24). Infine, bisogna sapere che agli stessi volontari può capitare di fare cose eccitanti come indagare una casa infestata o tenere una conferenza... ma anche di fare fotocopie, trasportare scatoloni, pulire gli spazi o gli strumenti che si useranno!

Prima di lasciare che i presenti inizino a conoscersi e confrontarsi su possibili idee di iniziative, in questi incontri presentiamo un elenco (non esauriente) delle attività che i gruppi locali possono svolgere, spiegando che non è necessario farle tutte...Sappiamo bene che i gruppi sono composti da volontari, e li ringraziamo per tutto quello che fanno, e di cui in questa rubrica trovate ogni volta un aggiornamento. Il bello è che i gruppi agiscono su propria iniziativa, grazie alle scelte condivise, all’impegno e alla creatività dei propri membri. Ne riparleremo!

Nel frattempo, per contribuire a creare un gruppo locale laddove non esiste ancora, scrivete a gruppilocali@cicap.org.

image
Davide Grossato del gruppo Veneto

Eventi


Campania


Proseguono gli sforzi per creare un gruppo CICAP in Campania: i soci interessati sono invitati a scrivere a gruppilocali@cicap.org, il contributo di tutti è benvenuto!

Friuli Venezia Giulia


Venerdì 17 novembre dalle h.17,17 Manuela Travaglio del CICAP Veneto ha tenuto la conferenza “Rapaci notturni, fantasmi nella notte”, organizzata da Giuliano Bettella del CICAP FVG per l’UAAR di Udine, presso la libreria Feltrinelli di Udine.

Il 18 novembre a Trieste Giuliano Bettella ha tenuto la conferenza-dibattito: “Enigmi e quiz, fra logica, intuizione e intelligenza”, organizzata dal Mensa FVG nell’ambito della manifestazione “Brain 2017”, i giochi annuali del Mensa Italia.

Sempre a Trieste il 7 dicembre Stefano Bertacchi ha presentato il suo libro “Geneticamente modificati - Viaggio nel mondo delle biotecnologie” in un evento organizzato dal CICAP F.-V.G., con la collaborazione di Hoepli, Italia unita per la Scienza e Mushroom, che lo ha ospitato nella propria sede.

Il 16 dicembre a Monfalcone (GO) si è svolta la conferenza: “Mistificatori: l’uso del linguaggio della fisica da parte degli pseudoscienziati”. Il relatore è stato Enrico Gazzola, fisico, autore del libro “Il mondo quantistico - Errate interpretazioni, teorie improbabili e bufale quantiche” ed è intervenuto Enrico Smargiassi, docente in Fisica della materia presso l’Università di Trieste. L’evento è stato organizzato dal locale Comitato Rione Centro, che lo ha ospitato nella propria sala incontri.

Lombardia


Il gruppo locale ha organizzato tre serate divulgative a Milano presso l’Osteria dell’Utopia. La prima, il 26 ottobre, è stata una “Razionale alcoolica” sul tema: “La salute innanzitutto” con il medico Federico Guardia Nicola e con Rodolfo Rolando. La seconda si è svolta il 30 novembre con titolo: “Le cinque grandi estinzioni di massa... più una!”. Il relatore è stato Stefano Papi: paleobiologo, divulgatore scientifico e collaboratore del Museo di Storia Naturale di Milano. Nella terza serata, il 14 dicembre, Luca Boschini, ingegnere elettronico, che lavora sulla missione EXOMARS, ha presentato “Destinazione Marte - Come portare un rover sul pianeta rosso: successi, fallimenti e tecnologie allo stato dell’arte per l’obiettivo europeo del 2020!”.

Il 10 novembre sera a Pavia, invece, il gruppo ha presentato la conferenza di Luca Antonelli “Ti faccio vincere io!” su matematica e gioco d’azzardo, presso il Valhalla Pub “All You Can Play”.

Marche


Proseguono gli sforzi per creare un gruppo CICAP nelle Marche: i soci interessati sono invitati a scrivere a gruppilocali@cicap.org, il contributo di tutti è benvenuto!

Piemonte


In ottobre a Torino si sono svolti tre incontri di presentazione e formazione rivolti ai curiosi e possibili nuovi volontari del gruppo locale. A novembre è iniziata una nuova edizione del corso curato dal CICAP Piemonte presso la locale UniTre: i primi due incontri hanno riguardato la fantarcheologia (relatrice Agnese Picco) e i fachiri (relatore Roberto Mariottini).

image

Toscana


Il 18 novembre si è svolto a Lucca il convegno regionale organizzato dal gruppo locale toscana, intitolato “I misteri dell’astronomia”. Maggiori informazioni nel box dedicato.

Valle d’Aosta


Il gruppo locale ha organizzato quattro conferenze serali tra novembre e dicembre. Il 3 novembre sera Marta Annunziata ha tenuto la conferenza “Quella luce in fondo al tunnel” sulle esperienze di pre-morte, presso il centro congressi di Saint-Vincent.

Presso la Scuola Primaria di Charvensod (AO) Andrea Berti ha presentato l’8 novembre “Inganni e illusioni della mente - la scienza studia i misteri” e il 15 novembre “Pseudoscienza, bufale, internet - la disinformazione a portata di mouse”. Il 21 dicembre Andrea Ferrero ha tenuto la conferenza “A caccia di bufale - idee e strumenti per riconoscere la cattiva informazione” presso la Sala consiliare del Comune di Nus.

Per il futuro, a Saint-Vincent, sono previsti un incontro il 26 gennaio con Nora Demarchi sull’umana tendenza a credere, l’8 febbraio una presentazione di Andrea Berti davanti alle classi prime e seconde della Scuola Secondaria di 1° grado su pseudoscienza, fake news e internet, e il 16 marzo un incontro con Andrea Bernagozzi dal titolo “1977: l’anno del contatto - 40 anni di scienza per parlare con ET”.

Veneto


Il 27 novembre mattina Andrea Ferrero e Stefano Bagnasco sono stati ospiti a Padova del corso di Teoria e Tecnica dell’argomentazione del Prof. Adelino Cattani (Università di Padova), con una presentazione del CICAP intitolata “I ferri del mistero”.

Il 2 e il 16 dicembre Davide Grossato ha tenuto incontri di formazione/informazione con gli studenti del liceo scientifico E. Curiel di Padova, dal titolo “Uso consapevole di Internet”.

image

Convegno CICAP Toscana


Il 18 novembre si è svolto a Lucca il convegno regionale del CICAP Toscana dedicato ai misteri dell’astronomia, organizzato dal gruppo locale con il patrocinio del comune di Lucca e del CICAP, e in collaborazione con l’Unione Astrofili Lucchesi. Grazie a quest’ultima è stato possibile realizzare anche una sessione di osservazione del Sole. Inoltre era disponibile un pendolo di Foucault da tavolo (fornito dall’Associazione Astrofili Valdinievole Alessandro Pieri), che è stato predisposto fin dalla prima mattina per misurare la variazione in gradi dell’oscillazione legata alla rotazione terrestre. L’evento era aperto al pubblico, e ha avuto una buona partecipazione visto che i cento posti dell’auditorium sono stati quasi sempre esauriti sia la mattina che il pomeriggio. Tra gli altri, hanno partecipato due classi del liceo scientifico Vallisneri di Lucca. Di seguito il programma.
image
image