San Gaspare: lei č in arresto!

Anche i santi nella bufera. Il Codacons, il coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente, ha denunciato al Procuratore della Repubblica e all'Autorità garante per la concorrenza, San Gaspare, o meglio il bollettino di informazione degli allievi missionari del Preziosissimo Sangue, editori di Primavera missionaria. "In questo bollettino - secondo il Codacons - si pubblicizza San Gaspare come autore di una miriade di miracoli e capace di risolvere qualsiasi problema. Il tutto, naturalmente, con l'invito a inviare offerte ai sostenitori del santo nella quasi certezza di ottenere le grazie sperate". Di qui la denuncia alla Procura per abuso di credulità popolare e all'autorità garante per la "ingannevole e scorretta pubblicità delle virtù del santo e per scoprire chi veramente ci sia dietro queste colossali operazioni commerciali sottratte a qualsiasi controllo, (si parla di centinaia di miliardi che affluiscono a questi "enti religiosi"), che ingannano milioni di persone".