A caccia di E.T. (recensione)

La ricerca di vita e intelligenza nello spazio<br>Mario Menichella<br>Avverbi Editore, 2002<br>pp. 352, &euro; 14

  • In Articoli
  • 14-05-2003
  • di Emiliano Farinella

Mario Menichella è un astrofisico che sta dando ottime prove come divulgatore scientifico. Nel 1999 per la CUEN aveva pubblicato Viaggi Interstellari, un bel libretto che descriveva le possibili avventure umane nel cosmo tra realtà e fantascienza.

Nel mese di dicembre 2002 arriva nelle edicole il suo ultimo saggio: A Caccia di ET - La ricerca di vita e intelligenza nello spazio.

Il testo è edito dalla casa editrice Avverbi, un piccolo editore che crede molto nella qualità e nel rigore dei suoi testi. "Avverbi ha come scopo", come recita il suo statuto, "la promozione e la diffusione della cultura scientifica e razionale".

Menichella nella sua indagine affronta il tema in modo completo. Parte dal tema attualmente più noto, la ricerca di un segnale di natura artificiale da parte dei vari progetti SETI. Di questi progetti narra la storia, mostra la tecnologia e le aspettative. Spiega le ragioni di una ricerca di questo genere, i suoi problemi, i suoi punti deboli e perché nonostante tutto sia una ricerca nella quale valga la pena di investire.

Illustrate le ragioni per le quali la ricerca di un segnale artificiale sarebbe uno dei modi più efficaci per entrare in contatto con esseri alieni, l'autore presenta svariate alternative. Con tutti i pro e i contro, cercando sempre di rimanere abbastanza vicino a quello che possiamo fare adesso o in un arco di tempo relativamente ristretto. Affronta il tema della ricerca di pianeti extrasolari, di che tipo di vita e civiltà possiamo aspettarci, sino a presentare al lettore i paradossi che possono sembrare più imbarazzanti per chi cerca vita intelligente nell'universo.

Molti saggi simili sono usciti in passato su temi analoghi. Menichella è da segnalarsi per la chiarezza, l'accuratezza e la generosità con la quale documenta ogni affermazione, portando quasi sempre pareri a favore e contrari qualora si parli di speculazioni e non di constatazioni di dati di fatto.

Un approccio alla divulgazione che fa dei suoi saggi, e di questo in particolare, una buona lettura sia quando parla delle più recenti scoperte di pianeti extrasolari, che di combattute ipotesi sulle strategie future o speculazioni sui temi più scottanti, come quel "Grande silenzio cosmico", che nonostante tutto continua ad assillarci.



Ordina su Prometeo: A caccia di E.T.