Il successo della sede

Cosi' i nuovi uffici di Padova ci offrono nuove opportunita' e grande visibilita'

Così i nuovi uffici di Padova ci offrono nuove opportunità e grande visibilità

 

È stato un inizio d'anno segnato da un grande interesse dei media per il lavoro del CICAP.

A dare il via a tutto è stato il lancio del I Corso per investigatori del paranormale, partito a Padova in gennaio. L'iniziativa, che non ha precedenti in nessun altro paese, ha evidentemente stimolato la fantasia dei giornalisti. Al punto che abbiamo potuto scegliere di concedere l'esclusiva per il primo articolo sul Corso al Venerdì di Repubblica (vedi foto a lato) una scelta che è poi stata premiata anche dal caso.

Proprio nei giorni in cui usciva l'articolo, infatti, scoppiava lo scandalo intorno a Wanna Marchi che, dalle creme miracolose era recentemente passata a vendere "numeri magici" per vincere al lotto. Striscia la notizia, che ci aveva ospitati solo pochi giorni prima in trasmissione, ha denunciato pubblicamente l'imbroglio e la Marchi e i suoi collaboratori sono stati arrestati.

Improvvisamente, tutti si sono accorti di quanto pericolosi possono essere maghi e ciarlatani; la famosa domanda che per anni ci siamo sentiti fare: "Ma insomma, che male fanno?" ha trovato una risposta che non poteva più essere ignorata. Come se qualcosa si fosse risvegliato nella coscienza collettiva, all'arresto della Marchi sono seguiti altri arresti di maghi e di ciarlatani più o meno famosi, con accuse che andavano dalla truffa alle violenze personali. Invitabilmente, quasi tutti i programmi TV si sono occupati del fenomeno e ci hanno interpellati. Come sempre siamo intervenuti in molte trasmissioni televisive ma, per la prima volta, abbiamo avuto il piacere di potere ospitare anche noi, nella nostra sede, le troupe di alcuni programmi.

Al di là della soddisfazione per il fatto che in questo modo il lavoro del CICAP viene sempre meglio conosciuto da sempre più persone, c'è stato anche un effetto collaterale sul Corso particolarmente utile.

Tutti gli allievi che seguono il Corso, infatti, oltre alle lezioni e alle prove pratiche che abbiamo preparato per loro, si sono trovati a contatto diretto con il mondo dei mass media. Molti di loro sono stati intervistati e hanno potuto vedere da vicino come nasce un servizio televisivo e come sia più difficile di quello che sembri riuscire a dire qualcosa di sensato e di intelligente nei pochi secondi di solito concessi per questo tipo di collegamenti.

Un'altra esperienza particolarmente utile fatta dagli allievi del Corso è stata quella di condurre veri e propri esperimenti con alcuni sensitivi che hanno offerto la loro disponibilità a essere esaminati durante le lezioni (v. a pag. 76-79).

Insomma, la possibilità per il CICAP di potere finalmente contare su una sede ci sta aprendo le porte a tutta una serie di opportunità che prima ci erano precluse. Questo, ovviamente, significa anche che c'è molto più lavoro di prima da fare: il problema è che le persone che si occupano di tutto sono sempre le stesse.

L'ideale sarebbe poter contare sull'aiuto di più persone in sede, ma se non potete venire a Padova a dare una mano, potete ugualmente aiutarci: innanzitutto, rinnovando il vostro abbonamento a S&P e poi contribuendo per quello che potete alla raccolta fondi (v. pag.6-7): la sede è operativa, ma mancano ancora diverse cose e non tutto è stato ancora pagato...