Editoriale S&P 73

l Triangolo delle Bermuda è senza dubbio un classico del paranormale. E non tanto perché si tratti di un fenomeno antico - come leggerete, è al contrario un'invenzione piuttosto recente - quanto per l'impatto che questo mistero ha avuto sull'immaginario collettivo, alimentando una produzione libraria e cinematografica davvero corposa. La copertina di questo numero vuole perciò approfondire il tema del Triangolo, offrendo un'analisi delle "misteriose scomparse" e stimolando una riflessione critica sui processi attraverso i quali è possibile costruire un mito anche in epoca moderna. Questa copertina è stata curata, con la collaborazione di diversi autori, da Sabina Marchesi. Il suo contributo a S&P costituisce un elemento di novità per la nostra rivista e spero che continuerà in futuro. Sabina è infatti una scrittrice e cura i canali "Giallo Noir" e "Letteratura Fantasy & Fantascienza" del sito di SuperEva. Credo che questo rappresenti un elemento di ricchezza e renda evidente una cosa che noi cicappini sosteniamo da anni, ovvero che essere appassionati di misteri e di letteratura sui misteri non implica affatto credere nel paranormale. E allo stesso tempo mostra che i temi di cui ci occupiamo non sono riservati a un pubblico di scienziati hard, ma possono essere interessanti anche per chi ha una formazione umanistica e letteraria. Perché, forse, ciò che fa la differenza è il desiderio di indagare il mistero, non per trovare conferme alla proprie credenze, ma per scoprire qualcosa di nuovo.