La Sindone svelata e i quaranta sudari (recensione)

di Gaetano Ciccone<br>e Carmela e Sturmann Ciccone<br>Editrice Donnino, 2006<br>pp. 205, &euro; 15,00

  • In Articoli
  • 19-11-2006
  • di Gian Marco Rinaldi
image
Il testo è un erudito e autorevole studio storico, su fonti prevalentemente medievali.

Dopo una introduzione che inquadra in prospettiva critica gli argomenti trattati, la prima parte è dedicata a “I primi cento anni della Sindone” e fornisce una esauriente esposizione delle origini a Lirey e delle primitive vicende (circa 1350-1450) della celebre reliquia oggi a Torino. Fra l’altro, si trova qui la prima traduzione italiana del testo integrale dell’importante memorandum di Pierre d’Arcis (pp. 49-54).

Nella seconda parte, “Le altre sindoni”, c’è una completa rassegna dei molti altri teli, in genere bianchi e senza figura, che nel corso dei secoli hanno avuto la dignità di reliquie sepolcrali di Gesù. Si trovano ricche notizie storiche, per esempio, sulla sindone di Besançon, sui sudari di Cadouin e di Carcassonne, sulla “Santa Cuffia” di Cahors. Per documentarsi, gli autori hanno anche compiuto viaggi sui luoghi di alcuni sudari.

Le successive tre parti del libro, coi titoli “Notizie sui santi sudari precedenti al XIV secolo”, “Le immagini di Gesù prodotte miracolosamente”, “Immagini con la figura intera di Gesù”, trattano in prevalenza delle varie altre “vere” immagini del Cristo, le cosiddette “acheropite”, e riportano molte citazioni da antichi testi, a volte poco noti, relative per esempio alla Veronica romana, all’immagine di Camulia, al Mandilio di Edessa.

Una bibliografia di circa 380 titoli chiude il volume.

L’opera è frutto di una accurata e impegnativa ricerca storiografica. Sarà utile, per chi è interessato agli argomenti, in quanto rende disponibili, riunite in un solo volume, molte notizie e citazioni da fonti originali che sarebbero altrimenti sparse o difficilmente reperibili.