Poli vaganti

Per gli occultisti lo spostamento dei poli è quasi un’ossessione, che serve a spiegare la natura del mondo e il suo destino

  • In Articoli
  • 14-11-2022
  • di Sofia Lincos e Giuseppe Stilo
img
© ESA/ATG Medialab
Si possono affrontare in modo adeguato le credenze pseudoscientifiche e paranormali soltanto conoscendone genesi e significati. Il pensiero occultistico, quello esoterico, la teosofia con i suoi mille sviluppi costituiscono visioni del mondo alternative alla concezione scientifica della realtà. Spesso, però, quelle visioni sono anche tentativi di risposta a nuovi problemi scientifici. Pure per questo - cioè, perché provano a rispondere a modo loro all’alternarsi dei modelli razionali sulla realtà - nei secoli recenti hanno incontrato il favore del pubblico e di ambienti intellettuali di ogni tipo.

Una vicenda lunga ed esemplare di questo intreccio tra occultismo e ricezione delle conoscenze acquisite dalla scienza è la storia delle idee sui poli, sull’inclinazione dell’asse terrestre, e, più di recente, sul campo magnetic[...]

L'articolo completo, come alcuni di quelli pubblicati sugli ultimi 4 numeri di Query, è disponibile solo per gli abbonati. Se vuoi leggerlo per intero, puoi abbonarti a Query Se invece sei già abbonato, effettua il login.
Tutti gli altri articoli possono essere consultati qui . Grazie.
accessToken: '2206040148.1677ed0.0fda6df7e8ad4d22abe321c59edeb25f',