Un 2011 di eventi

  • In Articoli
  • 03-08-2011
  • di Marta Annunziata
Nello scorso numero vi avevamo anticipato diversi importanti eventi che avrebbero visto attivi i gruppi CICAP in giro per l’Italia. Qui sotto troverete il racconto di come è andata, ma prima parliamo del futuro. È confermato infatti che il prossimo Convegno del CICAP si terrà a Torino in novembre: il programma prevede la serata di apertura venerdì 11.11.11, con una lectio magistralis del “matematico impertinente” Piergiorgio Odifreddi.
Sabato 12 novembre si terranno una sessione mattutina dedicata ai numeri fra matematica e misteri (da Pitagora alla sezione aurea) ed una sessione pomeridiana dedicata alla credenze irrazionali, dal folklore all’etnomedicina, senza dimenticare quelle credenze che, pur infondate, sono sopravvissute anche in ambito scientifico per diverso tempo. Domenica 13 novembre mattina invece ci sarà spazio per la presentazione di indagini nuove e originali: non solo quelle condotte dai soci più esperti del Comitato, ma anche quelle realizzate dai gruppi locali, dalle scuole e da chi voglia presentare il proprio lavoro.
Sul sito www.cicap.org troverete l’invito a presentare ricerche originali e scientificamente condotte (e le indicazioni sul come farlo): le migliori, valutate da una apposita Commissione, saranno presentate in questa sessione!
Più in generale vi invitiamo a consultare il sito anche per gli aggiornamenti e i dettagli relativi al programma. Possiamo già dire però che la sede sarà la Sala Convegni ATC, sita in Corso Dante 14, non lontano dal centro di Torino e facilmente raggiungibile coi mezzi pubblici.

Nei box trovate il resoconto di tre iniziative in cui siamo stati impegnati: ASTRONOMOS (Bari, 7-10 aprile), Aperta... mente (Trento , 11- 14 aprile) e del Salone del Libro (Torino, 11-17 maggio).

Venerdì 17 giugno infine si è svolta la Terza Giornata Anti-Superstizione (GAS): un appuntamento annuale che costa molto impegno ai gruppi, ma che può dare anche tanta soddisfazione. Quest’anno sono state coinvolte le città di Brescia, Roma, Genova, Torino, Pisa, Trento, Vicenza, nonché le province di Parma, Chieti, Gorizia, Pesaro Urbino, senza dimenticare le aree del cuneese e della Puglia. A differenza delle precedente edizioni, anche il rinascente gruppo Toscana ha partecipato a questa GAS, proponendo un banchetto e un percorso a ostacoli per superstiziosi nel centro di Pisa. Anche la regione Marche è stata coinvolta per la prima volta nell’iniziativa, grazie all’impegno dell’Antenna locale Barbara Melonaro e alla collaborazione del Museo del Balì di Saltara (PU). Conferenze con relatori CICAP si sono svolte a Genova, Torino, Vasto (CH) Traversetolo (PR) e Farra d’Isonzo (GO), spesso in collaborazione con librerie, associazioni, circoli e altre istituzioni locali, che cogliamo l’occasione per ringraziare. Due le novità della GAS di quest’anno: la possibilità di partecipare da casa mandando fotografie e video, premiati in un concorso di livello nazionale o pubblicati sul sito del CICAP Puglia, e un vero e proprio esperimento scientifico a cui prendere parte durante gli eventi in piazza o le conferenze.
Le foto ricevute sono state parecchie e anche molto curiose: sicuramente l’iniziativa verrà riproposta alle prossime edizioni. Per quanto riguarda l’esperimento, abbiamo deciso di proporre ai partecipanti un gioco basato sulla fortuna e di confrontare i risultati ottenuti prima e dopo aver compiuto gesti che secondo i superstiziosi porterebbero male. Il gioco consisteva nell’indovinare le uscite pari o dispari di cinque dadi: l’equivalente semplificato di compilare una schedina o fare una puntata alla roulette.
Grazie all’impegno dei gruppi locali di Liguria, Piemonte, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Toscana e Marche, in tutta Italia hanno partecipato 205 persone. L’esito? I peggioramenti (“minor numero di dadi indovinati dopo il gesto portasfortuna rispetto a prima”) sono stati del 39%, un risultato perfettamente in linea con quanto atteso in base al puro caso (38% circa).
Come l’anno scorso, chi nelle varie città si è unito al CICAP nel ribadire “Non è vero...e non ci credo” ha ricevuto il “Diploma di antisuperstizioso”, e non è mancato chi ha confessato di collezionare questi attestati fin dalla prima edizione della GAS!
Come si può leggere nei resoconti online dell’iniziativa diversi gruppi hanno espresso grande soddisfazione per la partecipazione all’evento: cercate le foto sui siti regionali e anche su Facebook!

VAL D'AOSTA

Il 15 luglio Stefano Bagnasco, coordinatore del gruppo di lavoro CICAP sull’astrologia e Guido Cossard, archeoastronomo, hanno tenuto una conferenza su astrologia e astronomia.

LOMBARDIA

Il 1 giugno Luca Boschini del CICAP Lombardia e Luigi Fontana del circolo astrofili di Milano hanno presentato la conferenza “Mercury, Gemini, Apollo e... insoliti incontri” mentre a fine maggio in provincia di Como Giorgio Ferrari ha tenuto la conferenza “Oggetti e immagini misteriose”.

PIEMONTE

A luglio e settembre proseguono le conferenze del ciclo “Mysteri al Mausoleo” 2011, al Mausoleo della Bela Rosin di Torino: in particolare venerdì 9 settembre il Segretario Nazionale del CICAP Massimo Polidoro terrà la presentazione “Grandi gialli della storia: l'assassinio di J.F. Kennedy”. A giugno si è svolta invece la prima edizione del “Weekend nel mystero”, due passi attraverso la mitologia, l’architettura e la storia “mysteriosa” del capoluogo piemontese.

TICINO

Il 12 giugno il CICAP Ticino ha ospitato una conferenza di Beatrice Mautino su evoluzionismo e Intelligent Design.

TRENTINO ALTO ADIGE

Venerdì 29 luglio alle h.21 Stefano Oss presenta la conferenza “Credere a quel che si vede?” presso il teatro di Tesero (TN), in collaborazione con il Gruppo Astrofili Fiemme.

Aperta...mente in Trentino Alto Adige

A cura di Stefano Oss

Aperta...mente in Trentino Alto Adige
Aperta...mente è la prima (e, speriamo, non ultima) edizione di un festival di comunicazione scientifica ideato da Giulio Della Riva (studente presso la facoltà di scienze di Trento) e organizzato da questa stessa facoltà con il supporto dell'Opera Universitaria e del gruppo studentesco "Universitando". Hanno fornito supporto essenziale il Museo Tridentino di Scienze Naturali di Trento e, manco a dirlo, la sezione regionale Trentino-Alto Adige del CICAP.
In occasione di questo evento sono state proposte molte testimonianze da parte di validi relatori, scienziati, giornalisti scientifici e altri addetti ai lavori, sul tema delle leggende metropolitane, bufale e altri argomenti affini. Insomma, tutto quanto è di moda (che "fa notizia") ma che - spesso - si scontra con i dati e la ragione dell'informazione puntuale, scientifica, tecnica. Non solo parole, comunque, hanno caratterizzato questa kermesse. È stato possibile assistere anche a eventi di elevata interattività e spettacolarità, e la gastronomia "atipica" ha fornito molti spunti da questo punto di vista: dal gelato raffreddato con l'azoto liquido allo studio delle bollicine che viaggiano nello spumante, fino ai cibi più inquietanti (ma forse nemmeno troppo) a base di insetti. Ovviamente tutto allo scopo di sfatare miti e credenze popolari, ovvero di informare con maggiore dettaglio e puntualità scientifica il pubblico partecipante.
Il CICAP Trentino-Alto Adige, presente con uno stand permanente, ha avuto occasione particolarmente ricca di farsi conoscere e di raccontare la "missione" del CICAP. Molti i visitatori, qualcuno determinato, qualcun'altro semplice curioso: tutti accumunati dalla voglia di saperne di più.
Dopo tutto, a questo "serve" la nostra associazione.

Astronomos 2011, una fiera eccentrica

A cura di Giuliana Galati, Paola De Gobbi e Luigi Morielli

Dal 7 al 10 Aprile presso la Fiera del Levante di Bari si è tenuta l’annuale fiera Expolevante, che quest’anno ha deciso di ospitare anche un padiglione tutto dedicato all’astronomia: ASTRONOMOS 2011.
Gli organizzatori di tale esposizione hanno chiesto al CICAP Puglia di tenere uno stand sull’astrologia, troppo spesso confusa con l’astronomia. Lo stand, tra i più grandi del padiglione, era unito a quello della rivista di astronomia “COELUM”, con cui sono stati divisi spazi e collaboratori (che ringraziamo sentitamente per le 12-13 ore al giorno di lavoro).
La presenza di enti del panorama astronomico è risultata di tutto rispetto, con un leggero sbilanciamento verso il settore universitario-ricerca, a scapito del lato commerciale. Ricchissimo il programma di conferenze, tenute da professori e relatori venuti da tutta Italia, tra cui Silvano Fuso, che ha parlato di realtà e leggende sulle influenze lunari.
Nei giorni passati allo stand i volontari ne hanno viste davvero di tutti i colori. L’Expolevante, infatti, è una fiera del tutto diversa dalle altre che solitamente ospitano Saloni dell’Astronomia, in quanto nasce come fiera del tempo libero e non prevede un biglietto d’ingresso: il pubblico è quindi il più eterogeneo possibile e praticamente tutta la città ha sfilato davanti ai vari stand.
Si è quindi assistito all’invasione dei bimbi delle elementari che, giunti il venerdì in “gita scolastica”, sciamavano da uno stand all’altro in cerca di gadget; ecco poi pensionati che si cambiavano tre paia di occhiali prima di riuscire a leggere la scritta a caratteri cubitali “CICAP”; senza dimenticare chi chiedeva il prezzo di ogni pubblicazione o oggetto sul tavolo e giunto alla copia omaggio della rivista la posava come se fosse ancora troppo cara. Tantissime le persone che hanno mostrato grande interesse e si sono fermate ad ascoltare con piacere le spiegazioni dei volontari. In centinaia si sono seduti per provare “l’oroscopo personalizzato del CICAP...valido anche per chi non ci crede!”, rimanendo senza parole per la precisione del profilo restituito dal PC.

Il Salone del Libro di Torino

A cura di Marta Annunziata

Da giovedì 12 a lunedì 16 maggio 2011 si è svolto a Torino il XXIV Salone Internazionale del Libro, presso il centro Lingotto Fiere. Il CICAP Piemonte ha curato la partecipazione del Comitato allo stand F11 del Padiglione 1, stand ormai riconoscibile dai frequentatori abituali per la presenza della sagoma di legno in grandezza naturale del nostro nume tutelare Piero Angela, oltre che naturalmente per i poster recanti le copertine di Query e dei Quaderni del CICAP. Proprio ai nuovi Quaderni sono state dedicate due conferenze.
Venerdì 13 maggio Massimo Polidoro, Andrea Ferrero e Luigi Garlaschelli hanno presentato “La scienza del mostri. Un'indagine scientifica sulle creature dell'incubo” parlando di vampiri, streghe e zombies, mentre domenica 15 Stefano Bagnasco, Beatrice Mautino e Mariano Tomatis hanno commentato le più stravaganti bufale e le più preoccupanti truffe raccontate in “Hoax! Storie di imbroglioni, burloni, truffatori e semplici bugiardi” di Sergio De Santis.
Per coprire i cinque giorni di durata del Salone, più i turni di allestimento e smontaggio, allo stand si sono alternati ventiquattro volontari, alcuni dei quali son venuti fin dal cuneese e dall’alessandrino per dare manforte (per non parlare del milanese!). Partecipare al Salone infatti è un’occasione preziosa per presentare e rendere disponibili “dal vivo” le pubblicazioni del CICAP e della casa editrice amica “Avverbi”, per incontrare vecchi e nuovi soci, parlare con curiosi, simpatizzanti e anche qualche detrattore, per incontrare gli altri volontari e per far conoscere le iniziative del CICAP, ma anche, e soprattutto, per far sentire ancora una volta che la voce del Comitato è presente nell’attuale panorama culturale del nostro paese. Visto che poi lo si può fare divertendosi...