Perché partecipare al corso CICAP 2019?

img
Perché partecipare al corso per indagatori di misteri del CICAP nel 2019 ?
  • Perché il corso non si teneva a Roma da 13 anni ed è un’occasione imperdibile di immergersi nel mondo CICAP, soprattutto per tutti coloro che abitano in Italia centrale e meridionale.
  • Perché è l’unico corso che, grazie ai più qualificati esperti del settore, fornisce una “cassetta degli attrezzi” composta non solo da strumenti teorici provenienti da varie discipline, ma anche dai più sottili trucchi del mestiere per smascherare sensitivi, guaritori e propalatori di fake news.
  • Perché il corso serve non soltanto a chi vuole collaborare con il CICAP e teme di non essere abbastanza preparato, ma anche a chi vuole sviluppare lo spirito critico e guardare con occhi diversi la realtà quotidiana.
  • Perché «gli “studenti” non sono semplici spettatori, ma parte attiva di un percorso che, lezione dopo lezione, arricchisce i partecipanti e i docenti sia dal punto di vista culturale sia da quello umano.» (Monica Mautino, partecipante al corso 2015)
  • Perché «questo corso non dà tutte le risposte, anzi, aumenta le domande e la voglia di farne. Però mi ha anche dato gli strumenti per cercare di fare le domande giuste e per capire le risposte. Ma soprattutto mi ha insegnato che ci si può divertire tantissimo, anche mantenendo tutta la serietà necessaria ad affrontare questi temi» (Irene Goia, partecipante al corso 2015)
  • Perché «il primo incontro del corso CICAP è andato ben oltre le mie già alte aspettative: quanto più lontano da un tempio autoreferenziale, perfetto per chi “eh, ma la scienza è una religione” ma soprattutto per gli scettici crociati da tastiera.» (Gabriele Bianchi, partecipante al corso 2018 )
  • Perché «ho apprezzato la capacità [dei docenti] di indagine critica e divulgazione, ma anche quella di mettere a frutto le loro doti con passione e un pizzico di temerarietà, e la generosità che hanno mostrato nel condividere il loro lavoro, rendendocene partecipi non solo a lezione ma anche nelle chiacchierate informali durante la cena del sabato sera» (Andrea Corsini, partecipante al corso 2012)

A questa pagina si può trovare la scheda di iscrizione.