Il Telefono Arcobaleno contro i maghi

  • In Articoli
  • 28-03-2001
  • di Don Fortunao Di Noto

Per contrastare la superstizione e la credulità, sia di quanti si affidano a maghi e cartomanti, sia di questi ultimi ciarlatani, è stato attivato il "Telefono Arcobaleno" (093 1.562098), varato dalla Comunità Parrocchiale Madonna del Carmine di Avola, in provincia di Siracusa, per offrire un "servizio pastorale" come punto di riferimento per minori e adulti che direttamente o indirettamente sono stati istigati, condizionati, raggirati, illusi dall'inutile condizionamento magico.

Si tratta di un'altra iniziativa, tra le tante, contro il dilagare dei fenomeni legati alla magia e all'occultismo utilizzando sempre "messaggi forti", come è stato il falò di amuleti e bamboline ispirate alla figura di una zingara cartomante in un primo momento e il digiuno collettivo in un secondo momento, coinvolgendo 3500 persone.

Il Telefono Arcobaleno è un "pronto soccorso immediato" per lenire le ferite di coloro che soffrono e che vivono drammi umani e spirituali e che tentati o delusi dalla vita pensano di rivolgersi come "unica, sicura e definitiva" soluzione alla esperienza di maghi, di medium e di guaritori.

È un telefono della "speranza e dell'alleanza" per tutti coloro che hanno non solo abbandonato la fede, ma anche il credere nell'uomo e nella scienza, rifugiandosi in forme distorte che rovinano, in molti casi, l'equilibrio psicologico e umano.

Volontari, appositamente formati, accolgono le segnalazioni, con riservatezza, cercano di ricostruire l'iter dell'inganno e del raggiro, e successivamente indicano "nuove strade" per riscoprire e ripensare alla propria vita in senso positivo.

Tra le 500 telefonate già pervenute, alcune con gravità di fatti e situazioni, sono state girate alle autorità giudiziarie, per stabilire se ci sono estremi di reato e di illecito.

Riviste, quotidiani, pubblicità e perfino giochi e balocchi, frastornano grandi e piccoli facendo breccia tra l'ignoranza e la paura di gente credulona e in molti casi debole, in stato di bisogno e disorientata. Un numero telefonico (tra i tanti) di maghi e ciarlatani è l'immediato consulto che illude di risolvere i problemi legati al lavoro, all'amore, allo studio, al danaro. Problemi risolvibili, però, compiendo, cerimoniali portentosi con pietre e cristalli Programmati, acque cromosolarizzate, ceri catalizzatori, polvere magiche, ceneri dello Sri Lanka, elisir, e alla fine: beffa, truffa e raggiro! Nessun potere e nessuna invocazione è efficace.

La perdita di senso e di valori, lo svuotamento religioso e del sacro, l'indifferenza e lo scetticismo ad una visione scientifica del mondo (come idea di scienza portatrice di libertà intellettuale, che insieme ai grandi valori della fede formi una cultura che sfati queste illusioni) hanno molto favorito tendenze che non hanno niente di spirituale e di razionale. Anzi, proprio nella superstizione e nella magia non c'è proprio niente che richiama alla dimensione dello spirito, dato che tutto deve assoggettarsi all'uomo (potere, amore, lavoro, danaro e sesso!).

Questa è una grande sfida. Per ogni evenienza, ricordatevi del Telefono Arcobaleno.

Don Fortunato Di Noto