Risorge la Mary Celeste

  • In Articoli
  • 11-03-2002
  • di Francesca Rezzani
image
è uno dei misteri marittimi più famosi: nel dicembre 1872 la Dei Gratia, navigando nei pressi dell'Arcipelago delle Azzorre, si imbatte in un brigantino abbandonato, la Mary Celeste. Le vele erano ammainate, le scialuppe di salvataggio erano al loro posto ma a bordo del brigantino non c'era nessuno.Il capitano, sua moglie, la loro bambina e un equipaggio di sette persone erano scomparsi e nessuno seppe mai che fine avevano fatto. La Mary Celeste fu recuperata dal Dei Gratia e in seguito rivenduta più volte finchè affondò e fu abbandonata al largo di Haiti.

A ritrovarla lo scorso agosto è stato Clive Cussler, lo scrittore che nei suoi tanti romanzi ha raccontato spesso di navi misteriose e avventure in mare.
image
Già in passato, Cussler aveva finanziato spedizioni alla ricerca di relitti perduti attraverso un'organizzazione da lui fondata, la National Underwater and Maringe Agency (la stessa che è al centro di tutti i suoi romanzi), ma questo sembra essere stato il suo colpo più grosso. Naturalmente, il ritrovamento della Mary Celeste non ha permesso di chiarire nulla circa la misteriosa scomparsa del suo equipaggio nel 1872, ma ha comunque contribuito a risvegliare l'interesse del pubblico per questo celebre mistero.

Per saperne di più: