Un gruppo CICAP a Milano

Riparte il Corso universitario di "Psicologia dell'Insolito"; CICAP in TV

A Milano c'è la più alta concentrazione di soci e simpatizzanti del CICAP eppure... manca ancora un gruppo ufficiale e attivo. Finalmente, però, le cose cominciano a muoversi.

Abbiamo infatti preparato un primo incontro con tutte le persone che ci avevano manifestato interesse per questo progetto. L'incontri si è svolto sabato 29 maggio presso l'Aula Magna messaci gentilmente a disposizione dal Museo di Storia Naturale di Milano.

image
Vi hanno preso parte Francesco Grassi, Lorenzo Montali, Marco Morocutti e Massimo Polidoro.

Con l'occasione, abbiamo anche organizzato un primo incontro rivolto al pubblico, sul tema degli animali e delle creature misteriose.

Adesso, passato il World Skeptics Congress, intendiamo partire costituendo un gruppo organizzativo che possa dare il via a una serie di iniziative diverse.

Uno dei primi problemi che ci troviamo ad affrontare, come sempre in questi casi, è quello del luogo: dove trovarci? Servirebbe, per i primi tempi, uno spazio sufficiente a consentire riunioni di una ventina di persone: può essere un'aula scolastica, una sala di qualche circolo o altro. L'importante, per venire incontro alle esigenze di tutti, è che non si trovi fuori mano ma in una zona centrale della città. Per questo motivo, rivolgiamo un appello anche a tutti gli interessati che per vari motivi non hanno potuto partecipare all'incontro di maggio.

Segnalateci il vostro interesse per le iniziative future (scrivendoci all'indirizzo di e-mail: milano@cicap.org , oppure alla sede nazionale: CICAP cp 847, 35100 Padova. Se poi avete idee, anche per una possibile sede che nel futuro possa ospitare anche qualche mobile, un computer e un archivio, tanto meglio!

* * *

Riparte a Milano il Corso universitario di "Psicologia dell'insolito"

È prevista per la primavera 2005 la ripresa del "Corso di Metodo scientifico, Pseudoscienze e Psicologia dell'insolito" presso la Facoltà di Psicologia dell'Università di Milano-Bicocca. È il primo corso del genere in Italia e docente ne è Massimo Polidoro.

Anche quest'anno ci sarà un totale di 20 ore di lezione in cui, oltre agli aspetti psicologici e metodologici, verranno approfonditi argomenti quali l'apparente percezione extrasensoriale nella vita quotidiana, i problemi della memoria e i falsi ricordi, l'inattendibilità della testimonianza oculare, la fisiologia delle esperienze trascendentali, la medianità e i presunti contatti con l'aldilà, la psicologia dell'inganno, le tecniche di persuasione usate da maghi e veggenti, i rischi dell'autoinganno, le guarigioni misteriose e l'effetto placebo, le esperienze insolite legate al sonno e ai sogni... e così via.

Lo scorso anno i partecipanti all'esame erano stati più di 300, e si era stati costretti a trovare aule più grandi che potessero tenere tutti gli studenti. L'interesse per questi argomenti, evidentemente, è molto alto e lo dimostra anche il fatto che, nei mesi successivi al corso, hanno sostenuto l'esame quasi 1000 studenti, provenienti anche da altre Facoltà e Corsi di studio.

Il corso è aperto non solo agli studenti, ma a tutti gli interessati. Il materiale del corso, su cui poi verterà l'esame, si compone del volume Il sesto senso (Piemme), di Massimo Polidoro, e di una dispensa resa disponibile agli studenti. I giorni e gli orari del corso verranno resi noti più avanti e si potranno trovare sul sito della Facoltà a questo indirizzo: www.psicologia.unimib.it

* * *

CICAP in TV

Oltre alle abituali partecipazioni occasionali di cui diamo abitualmente notizia attraverso la cicap-hotline e il sito del Comitato, da quest'autunno, il CICAP ha l'occasione di presentare il proprio lavoro, in maniera continuativa, in almeno due programmi di Raidue.

Il primo è Voyager, di cui parliamo già a pag. 7. Il secondo è Mattina in famiglia, programma che va in onda la domenica mattina.

Ogni settimana, a partire dal 19 settembre, Massimo Polidoro vi conduce una rubrica, di una decina di minuti, dedicata all'insolito e ai misteri.

Gli argomenti affrontati sono quelli di cui da tempo ci occupiamo, dalla levitazione al Triangolo delle Bermuda, da Nostradamus alla maledizione di Tutankhamen...

Il fatto che la rubrica, inizialmente prevista ogni 15 giorni, sia stata invece trasformata in settimanale conferma, una volta di più, che l'approccio del CICAP può funzionare in TV.

Non è vero, dunque, che al pubblico televisivo si può parlare di misteri a patto di non dirgli mai che magari quei misteri... una soluzione l'hanno già trovata. Il fatto di capire cosa spesso si celi dietro tanti enigmi e come sia interessante e divertente indagare con spirito critico su questi argomenti sembra invece che piaccia molto.

C'è da augurarsi che, prima o poi, il Comitato riesca ad avere un programma tutto suo dove avere la possibilità di approfondire ancora di più gli argomenti che ci interessano e i metodi utilizzati per le indagini.