I mysteriosi teschi di Paracas

Nella regione di Ica, in Perù, si estende la riserva nazionale di Paracas, nota non tanto per la presenza del pinguino di Humboldt, in via d’estinzione, dell'otaria orsina o della Sula variegata, quanto per il ritrovamento di misteriosi teschi dal cranio allungato.

Era il 1928 quando l’archeologo peruviano Julio César Tello scoprì un’antica necropoli risalente al 3000 a.C., contenente resti di migliaia di corpi appartenenti a una misteriosa civiltà. Particolarità di questa civiltà era la forma della testa, caratterizzata da un insolito e pronunciato allungamento verso l’alto. Quali strani esseri potevano mai avere crani così? E chissà che cervelli al loro interno! A chi potrebbero essere appartenuti? E se non fossero neppure umani?

In effetti, questi teschi fanno pensare agli Xenomorfi del film Alien, diretto [...]



L'articolo completo, come alcuni di quelli pubblicati sugli ultimi 4 numeri di Query, è disponibile solo per gli abbonati. Se vuoi leggerlo per intero, puoi abbonarti a Query Se invece sei già abbonato, effettua il login.
Tutti gli altri articoli possono essere consultati qui . Grazie.
accessToken: '2206040148.1677ed0.0fda6df7e8ad4d22abe321c59edeb25f',