Archeologia misteriosa

img
Termine usato per descrivere non tanto una disciplina coerente, ma l’aggregazione di molte interpretazioni differenti di dati archeologici accomunate da conclusioni “eretiche” rispetto all’archeologia e alla storiografia “ufficiali”, ha ispirato anche molte opere di fantasia come il ciclo di Indiana Jones o il personaggio di Martin Mystère di Alfredo Castelli.

Appartengono all’archeologia misteriosa teorie come quella secondo la quale l’attuale civiltà sarebbe stata preceduta da quella di Atlantide o da altre ancora, l’archeologia spaziale secondo la quale la Terra sarebbe stata visitata da esseri extraterrestri in un remoto passato, o le interpretazioni di molti “oggetto fuori dal tempo” (v. OOPArt).

Come molte discipline “anomalistiche” fonda le sue origini nelle opere di Charles Fort, anche se il taglio decisamente archeologico appare a partire dalla fine degli anni Cinquanta con le opere di Robert Charroux in Francia e Peter Kolosimo in Italia, seguiti dallo svizzero Erich von Däniken (v. anche Mystery Park e astronauta di Palenque).

Immagine: una mappa che mostra l'ipotetica estensione dell'impero di Atlantide; da Atlantis: the Antediluvian World di Ignatius Donnelly, 1882, fonte Wikimedia Commons