La falsificabilità  secondo Popper

Ogni volta che uno scienziato pretende che la sua teoria sia sostenuta dall'esperienza e dall'osservazione dovremmo porgli la domanda seguente: puoi descrivere una qualsiasi osservazione possibile che, effettivamente compiuta, confuterebbe la tua teoria? Se non lo puoi, allora è chiaro che la teoria non ha il carattere di una teoria empirica; infatti se tutte le osservazioni concepibili vanno d'accordo con la tua teoria, allora non hai il diritto di pretendere che una qualsiasi osservazione particolare offra sostegno empirico alla tua teoria. Oppure, per dirla in breve: solo se puoi dirmi in che modo la tua teoria può essere confutata o falsificata, possiamo accettare la pretesa che la tua teoria abbia il carattere di una teoria empirica.

Karl Popper

Da Scienza e filosofia, (Einaudi, Torino, 1982)