Lo scetticismo ha bisogno di più storici e sociologi

img
Il logo del Committee for Skeptical Inquiry, l'associazione scettica statunitense
Traduzione di Barbara Acerbi

Lo scetticismo organizzato ha la fama di attirare fisici e psicologi. Per verificarlo, ho controllato il numero di Marzo/Aprile 2021 di Skeptical Inquirer e letto, nei risvolti di copertina, la lista dei componenti del Committee for Skeptical Inquiry (CSI) e dei loro consulenti tecnici e scientifici. Secondo i miei calcoli, circa il 20% del totale aveva una formazione in fisica e astronomia, gli psicologi erano secondi col 16%, tutte le altre discipline erano molto meno rappresentate. In particolare, ho trovato solo un paio di scettici degni di nota che erano storici, precisamente storici della scienza. E solo pochissimi sociologi o studiosi di scienze politiche, che studiano i movimenti antiscientifici, erano stati accreditati dal CSI.

Sicuramente questo dipende dagli interessi personali dei vari esperti. Io insegno fisica, quindi posso indicare facilmente gl[...]



L'articolo completo, come alcuni di quelli pubblicati sugli ultimi 4 numeri di Query, è disponibile solo per gli abbonati. Se vuoi leggerlo per intero, puoi abbonarti a Query Se invece sei già abbonato, effettua il login.
Tutti gli altri articoli possono essere consultati qui . Grazie.
accessToken: '2206040148.1677ed0.0fda6df7e8ad4d22abe321c59edeb25f',