The Secret

di Rhonda Byrne<br>Macro Edizioni, 2007<br>pp. 200, € 18,60

image
Cos'è "Il Segreto"? Qual è la filosofia di Rhonda Byrne? Cos'è la legge di attrazione? Tale legge viene definita molte volte, in molti modi differenti, da molte differenti persone nel libro. Ecco alcune delle descrizioni più concise:
"Ogni cosa che arriva nella tua vita tu la attrai nella tua vita. Ed essa è attratta da te a causa delle immagini che tu conservi nella tua mente. Essa è ciò che stai pensando. Qualunque cosa stia passando nella tua mente tu la stai attraendo a te. Ogni pensiero se ti appartiene è una cosa reale – una forza."
"I pensieri diventano cose!"
"I pensieri sono magnetici, ed i pensieri hanno una frequenza. Quando tu pensi i pensieri, questi sono inviati fuori nell'Universo, e magneticamente attraggono tutte le cose che sono sulla stessa frequenza. Ogni cosa mandata fuori ritorna alla fonte-tu." Capito? Se tu pensi qualcosa, quel qualcosa sarà attratto verso la tua vita. Qualunque cosa faccia parte della tua vita c'è perché tu hai l'hai indotta ad essere lì.
Tutte le cose buone o cattive che ti circondano – i tuoi amici o la tua solitudine, le tue relazioni affettuose o violente, il tuo successo o il tuo fallimento, la tua salute o la malattia, la tua vita e la morte – sono tutti lì perché tu li hai costretti ad essere lì. Questa è "La legge di Attrazione".

E questo è tutto. Il resto del libro è fatto di dettagli. A essere onesti, questi dettagli sono abbastanza importanti per il Segreto stesso. Ma il cuore della filosofia del "Segreto" è descritto sopra, ed il resto del libro è fatto di argomenti tipo: come usare il Segreto con più efficacia, come tutti i grandi pensatori del nostro tempo hanno avuto successo dalla conoscenza del Segreto, come usare il Segreto per perdere peso, guadagnare soldi e trovare l'amore. Ci sono entusiastiche prove personali da parte di coloro che hanno tratto benefici da il Segreto, e spiegazioni del fatto che il Segreto funziona perché l'intera esistenza è connessa a livello quantistico. Rhonda Byrne parla molto ne Il Segreto di relazioni quantiche e "frequenze del pensiero". Esaminiamo per primo questo aspetto.

Ecco qui "Come Il Segreto lavora":
"Ogni cosa che tu hai nella mente ha una frequenza misurabile".
"I tuoi pensieri sono "magnetici": la "frequenza" di un pensiero attrarrà "magneticamente" le cose verso di te, quelle cose in armonia con la "frequenza" del tuo pensiero originale".
"Quando tu fai quel pensiero, esso istantaneamente si diffonde nell'Universo".
Una persona sensata potrebbe rispondere, va bene, hai dato una bella visione d'insieme di come il Segreto opera, ma in dettaglio? Come la frequenza del tuo cervello viene inviata all'Universo? Può essere misurata? Perché i pensieri sono "magnetici"? Come fa un pensiero – con scarsa o nessuna massa misurabile, a generare un qualunque tipo di forza magnetica?
Il Segreto e Rhonda Byrne rispondono a questo tipo di domande in due modi differenti:
1) Meccanica quantistica. O forse qualcosa che dovrebbe essere "meccanica quantistica", dal momento che Byrne fa alcune dichiarazioni circa gli stati quantici che sono sbagliate: "Molte persone SANNO come funziona la televisione. E quelle che non lo sanno possono scoprirlo. La tecnologia televisiva si basa su metodi dimostrabili, controllabili, ripetibili di Fisica ed Elettronica, ed il suo funzionamento può essere dimostrato in maniera conclusiva. Il Segreto non si basa su tali metodi, ed il suo funzionamento non può essere dimostrato conclusivamente.
I tuoi pensieri possono influenzare gli stati quantistici."
No, i pensieri non influenzano gli stati quantici.
Il Segreto usa l'esempio della televisione: la maggior parte delle persone non comprendono il suo funzionamento, ma solo che essa funziona. Quindi, noi non dobbiamo sapere come il Segreto funziona, ma solo che esso funziona.
2) "Le ‘frequenze' del tuo cervello comunicano a un livello quantistico con l'Universo." No, non c'è alcun modo conosciuto di comunicare usando uno stato quantico. L'informazione non può essere trasmessa usando stati quantici.

Altri problemi con il Segreto e la filosofia di Rhonda Byrne

Ora noi sappiamo tutto sul Segreto e come esso funziona. È una filosofia poveramente strutturata, poiché ha al suo interno conflitti e incoerenze, nessuno dei quali è trattato in maniera adeguata nel libro, se lo è. Ecco una lista dei numerosi problemi con il Segreto:

1) Cosa succede quando i desideri di una persona entrano in conflitto con quelli di un altro? Quali pensieri "vinceranno"? Religione e politica sono esempi che mostrano che quello che è bene per uno è male per un altro.
2) E riguardo agli incidenti? Il Segreto sostiene che non esistono gli incidenti: qualunque cosa ci succeda – in bene o in male – è qualcosa che richiamiamo su di noi perché ci stiamo pensando. Guardando al quadro generale, questa è solo predestinazione esaltata: se uso il Segreto per rendere il mondo come io voglio che sia, allora sto cambiando il destino di centinaia, migliaia o milioni di persone. Ma cosa succede se quelle persone stanno anche loro usando Il Segreto? C'è qui un inevitabile conflitto.
3) Il Segreto è un realtà soggettiva. In verità, varie parti del libro descrivono questa realtà soggettiva molto chiaramente, per arrivare anche a dire esplicitamente che dovresti ignorare i problemi per riuscire a risolverli.
4) Il Segreto raccomanda trattamenti pericolosi per risolvere problemi di salute. Perché prendere farmaci? Secondo Rhonda Byrne, non ti servono. Prendiamo alcune citazioni come questa: "In realtà, parti del nostro corpo sono letteralmente sostituite ogni giorno. Per altre parti occorrono pochi mesi, oppure due anni. Ma in capo a qualche anno ognuno di noi ha un corpo fisico nuovo di zecca." Ci si può chiedere se gli "esperti" citati nel libro hanno mai seguito un corso di biologia o aperto un libro di testo. Non sembra proprio. Un corpo nuovo di zecca ogni paio di anni potrebbe anche essere utile. Ma come si spiegano allora le malattie cardiache, l'aumento del colesterolo, la perdita di neuroni e la senilità, la crescita delle cartilagini e le tante prove che i nostri corpi non si rinnovano magicamente in pochi anni. Un'altra citazione: "L'effetto placebo è un esempio della legge di attrazione in azione. Quando un paziente crede veramente che la compressa è una cura, riceve quello che crede e guarisce." Questo non è l'effetto placebo. L'effetto placebo non è l'illustrazione di una cura, ma una diminuzione di sintomi spesso soggettivi, come può essere il mal di testa. L'idea qui è che tu puoi "pensare" ad un modo per superare una malattia mediante il pensiero positivo ed usando il Segreto. Quando ero più giovane, un mio amico morì in seguito alle complicazioni della leucemia che aveva contratto. Egli pensava costantemente "Riuscirò a batterla." e lo diceva. Egli era (ed è ancora) la persona più ottimista e portata al pensiero-positivo che io abbia mai conosciuto. Se quel tipo di atteggiamento non serve a prevenire la malattia allora, seguendo le indicazioni contenute ne Il Segreto, c'è un'altra ragione per questa morte: qualcuno deve aver usato il Segreto contro di lui e determinato la sua morte. Ma questo è ridicolo. La malattia attacca un corpo. Noi sappiamo come funziona ed abbiamo metodi di prevenzione. Il sapere della medicina moderna ha molto più senso che immaginare che i pensieri causino malattie. Di questo passo qualcuno potrebbe anche iniziare a regredire parlando di come gli "umori" provocano le malattie, o tirando in ballo il voodoo.
5) Il segreto non può essere controllato in maniera obiettiva, e a causa della natura della mente umana può essere sempre difeso per "fede", o adeguandolo a posteriori. Abbiamo un sistema non dimostrabile sprovvisto di una base scientifica onesta. Non c'è alcuna differenza tra Il Segreto e una qualunque altra religione.
6) Cambiare atteggiamento, prospettiva, pensieri e fiducia in se stessi non cambia fisicamente il mondo intorno a noi. Questo mondo è presumibilmente misurabile e fisico, ma Rhonda Byrne ne Il Segreto non parla di scoperte o spiegazioni. Fornisce solo vaghe citazioni sulla meccanica quantistica e anche se non è possibile capire qualcosa di ciò che racconta ci chiede di credere che essa funzioni. Un libro scientifico – un libro che descrive la realtà – non farebbe questo. E, a differenza de Il Segreto, esso non avrebbe così tanti punti esclamativi. Pensare che il mondo ed il tuo destino possano essere cambiati solo grazie ai pensieri è infantile. La realtà non è un film soggettivo come "The Matrix", o un gioco come "Mage: The ascension". Dovremmo lasciare questa idea all'industria dell'intrattenimento.
7) Molte delle storie citate ne Il Segreto, alcune anche attribuite a personaggi famosi, sono state estratte dal contesto o adattate a posteriori per corrispondere ai concetti centrali de Il Segreto. Le apparenti prove personali sono fornite senza referenze, collegamenti ad altri indizi, prove che le confermino, oppure per loro stessa natura non possono essere dimostrate. Ci sono anche citazioni da "pensatori antichi" come Buddha, Albert Einstein, Carl Jung ed Henry Ford mescolati con vari proponenti della New Age. Il Segreto fornisce biografie di tutti i proponenti della New Age citati nel libro, includendo collegamenti a siti web per tutti quelli ancora vivi. Si tratta di riferimenti difficilmente imparziali.
8) Prendiamo la dichiarazione principale de Il Segreto – i tuoi pensieri influenzano il mondo intorno a te, se pensi sempre una certa cosa, quella cosa ti accadrà – e applichiamo il rasoio di Occam. Quale delle due spiegazioni ritenete più probabile?
a) Se tu sei costantemente focalizzato su una cosa, è più probabile che la realizzerai
b) I tuoi pensieri interagiscono con una coscienza universale, e l'Universo cambia la realtà per adattarla ai tuoi pensieri
9) Può il Segreto essere usato da non-umani? Secondo Rhonda Byrne, sì. Dal momento che il Segreto è in funzione costantemente, sia che ce ne rendiamo conto sia che questo non accada. E poiché ogni cosa nell'Universo è fatta della stessa energia, le "frequenze" dei pensieri di un animale (come me), non dovrebbero prendere il sopravvento su quelle di un altro (come il cane del vicino). Questo crea ulteriori incoerenze e paradossi all'interno della filosofia del Segreto.
10) E i sogni? I sogni sono pensieri. Quando noi dormiamo, in che modo questi sogni influenzano il mondo intorno a noi? Approssimativamente passo un quarto del mio tempo sognando, pensando cose veramente stupide, e queste "frequenze" sono in apparenza trasmesse all'Universo. In che modo i miei sogni buffi influenzeranno i miei pensieri da sveglio e il Segreto? Perché non ne vedo le prove?
11) Che si dice della malattia mentale? Il Segreto è presumibilmente sempre in funzione per tutti, anche se nessuno se ne accorge. Allora si prende malignamente gioco delle persone affette da ossessione, schizofrenia o demenza? Supponiamo che un uomo sia schizofrenico, e convinto che il governo trami per catturarlo. Questo sentimento consuma ogni suo momento di veglia. Perché allora il governo non lo prende? L'uomo sta chiaramente usando il Segreto in maniera appropriata. Per concludere, la cosa normale da fare in una revisione scettica di un libro chiamato Il Segreto dovrebbe essere una sdegnosa, falsamente arguta connessione tra il titolo del libro e la mancanza di un qualunque reale segreto. Io mi allontanerò da questa tentazione e prenderò di mira il successo del libro: Il Segreto, di Rhonda Byrne, è intitolato così più per ragioni commerciali che per altri motivi.

Tristemente, Il Segreto contiene alcune utili informazioni: è noto che l'effetto placebo funziona in certe situazioni. Pensare positivo migliora il recupero in alcuni tipi di malattie. Pensare positivamente ed amare tutti nel mondo è forse un modo per prevenire conflitti ed aumentare le possibilità di pace mondiale. Ma Il Segreto contiene anche fin troppa pseudoscienza e consigli pericolosi per poterlo prendere seriamente. Il Segreto e Rhonda Byrne hanno successo perché promettono di risolvere in maniera veloce e facile tutti i problemi possibili. Che questo sia fatto in maniera disonesta è, nella migliore delle ipotesi, ignoranza ben sfruttata. Al peggio, è truffa. Sfortunatamente, quelli ingannati da questa campagna non se ne accorgeranno finché non sarà troppo tardi, o potrebbero non rendersene conto mai. Potrebbero buttare il loro denaro e le loro vite nella cieca accettazione di una affermazione non verificabile. Oppure, riadatteranno eventi passati come "prova del Segreto", e ignoreranno o spiegheranno su basi razionali il completo fallimento del Segreto. Essenzialmente, Il Segreto è solo la rassicurante descrizione, del tutto priva di qualsiasi base scientifica, di un'ennesima credenza New Age.

Tratto da www.dbskeptic.com
Traduzione di Giovanna Raho